Informazioni per la stampa

L’alternativa ragionevole per i regali di Natale
Notizie dall'azienda
VOCO supporta la campagna UNICEF ‘Donazioniinvece che regali di Natale’anche nel

Alla fine dell’anno, è una piacevole tradizione ringraziare i nostri clienti e i nostri partner commerciali. Un’alternativa ragionevole e sostenibile ai regali di Natale è la donazione che offre ai bambini la possibilità di un futuro migliore. Anche VOCO, il produttore di materiali dentali, vorrebbe rendere al migliore il mondo per i bambini. Come l’anno scorso, vogliamo supportare la campagna UNICEF ‘Donazioni invece che regali di Natale’ donando 20,000 euro.

 

‘Donazioni invece che regali di Natale’ esiste da più di 15 anni. I soldi raccolti vengono trasferiti al programma dell’UNICEF ‘Bambini nelle regioni critiche’. Le donazioni permettono di frequentare la scuola, o l’organizzazione di alloggi e tendoni per assicurare protezione e calore ai bambini. Infatti,vi sono ancora milioni di bambini che difficilmente hanno accesso ad acqua pulita, pasti regolari, misure sanitarie adeguate o che possono andare a scuola senza il supporto di organizzazioni umanitarie.

 

Per aiutare ad affrontare questa situazione, il management di VOCO GmbH ha deciso di donare anche per quest’anno il budget pianificato per i regali di Natale per i clienti e i partner commerciali. “Vedendo le immagini terribili delle aree dove vi sono conflitti, ci si rende conto di quanto urgente sia la necessità di aiuto da parte di queste popolazioni. Con la nostra donazione, siamo lieti di contribuire al miglioramento delle condizioni di vita di questi bambini,” spiega Olaf Sauerbier, membro delmanagementVOCO, mentre consegna l’assegno alla volontaria dell’UNICEF Elke Schmidt che, in nome dell’intera organizzazione, ha ringraziato per la generosa donazione.

Missione nella ‘Valle sacra degli Inca’
VOCO Dental Aid
Florian Schilling (vestito di bianco) durante la sua missione umanitaria in Perù (Neu) (Neu) (Neu) (Neu)

Resoconto diretto a cura di Florian Schilling (Università di Erlangen, Germania). Organizzazione: ‘Zahnärzte helfen e.V.‘

 

‘Subito dopo aver passato il mio esame e prima di iniziare la mia attività professionale, ho deciso di andare oltre alla dottrina odontoiatrica e agli standard dentali degli ospedali universitari della Germania. Il Peru era la destinazione che sognavo: da una parte, per la sua cultura e il modo di vivere; dall’altra, per i resoconti riguardo a questo progetto e all’associazione a cura di alcuni compagni di studio che avevano già  sperimentato tale avventura. Ho quindi optato a favore di un progetto a Urubamba, nella Valle Sacra degli Inca. L’associazione tedesca ‘Zahnärzte helfen e.V.’ gestisce un progetto in ambito odontoiatrico a Urubamba e qui collabora con l’associazione peruviana ‘Corazones Para Perú’, per offrire assistenza ai bambini e agli adulti bisognosi nei remoti villaggi montani.

 

A seguito della mia richiesta di donazioni fatta a diverse aziende del settore dentale, nelle settimane dopo la mia partenza ho ricevuto diversi materiali e strumenti adatti per l’utilizzo nella missione in Peru.

 

Dopo essere atterrato a Cusco, una città delle Ande Peruviane e che in passato è stata la capitale dell’impero Inca, ho guidato per circa un’ora e mezza per raggiungere la città di Urubamba, che sarebbe stata la mia base per le successive tre settimane. Lì, ho condiviso l’alloggio con altri tre dentisti. L’appartamento era situato al piano superiore dell’abitazione di un’insegnante peruviana che si è occupata di tutto. Così come ha fatto una dentista peruviana, collaboratrice dell’associazione, che organizza la maggior parte delle iniziative non programmate ed è di supporto in caso di difficoltà nella comunicazione. Inoltre, vi è l’assistenza di giovani tedeschi che stanno facendo il loro servizio di volontariato e che sono esperti con la lingua spagnola.

 

Ogni mattina da lunedì a venerdì, abbiamo trattato bambini di età compresa tra i 6 e i 12 anni del ‘Collegio Ccotohuincho‘, una scuola di Urubamba. Con l’aiuto dell’attrezzatura delle forze armate tedesche e dei materiali donati dalla Germania, abbiamo eseguito trattamenti di profilassi, otturazioni ed estrazioni. Per essere sottoposti al trattamento, i bambini dovevano portare “un’autorizzazione” firmata dai loro genitori. Sistematicamente, si generavano richieste da tutte le scuole e si dava quindi precedenza ai casi più urgenti.

 

Due pomeriggi a settimana, ci recavamo al villaggio di bambini dell’associazione ‘Corazones Para Perú’ a Munaychay, dove ci focalizzavamo sulla profilassi. Abbiamo spiegato ai bambini come eseguire una corretta igiene orale con i mezzi a disposizione. Un altro progetto dell’associazione è a Chicon. Qui c’è un piccolo centro sanitario che, però, ha per lo più sospeso le sue attività, tranne che per un riunito dentale.

 

Il martedì e il giovedì, ci venivano a prelevare alla mattina presto per dirigerci a Huilloc, un villaggio di montagna situato ad un’altitudine di 3.500 metri – il posto ‘più alto’ dove eseguire trattamenti nei dintorni di Urubamba. Qui, grazie alla presenza di un radiografico, abbiamo potuto eseguire trattamenti canalari.

 

Ogni tanto, l’associazione organizza anche attività non programmate. Dopo un viaggio di due ore verso una piccola cittadina, dove i militari peruviani avevano delle tende situate in una zona centrale, abbiamo potuto usufruire di una tenda come “Clinica odontoiatrica”.  Dato che c’erano molti pazienti e un solo riunito non era sufficiente, abbiamo dovuto eseguire estrazioni e sedute di igiene su delle sedie da giardino. Il problema più grosso, però, era la corrente elettrica che funzionava solo per un tempo limitato e quindi, spesso, gli strumenti necessari non erano disponibili o non erano ancora pronti. Di conseguenza, la gamma di trattamenti era per lo più limitata alla profilassi, alle otturazioni e alle estrazioni.

 

La maggioranza dei bambini mostra una condizione desolante dei denti da latte, dei primi denti permanenti, talvolta già con formazione di fistole.  Le cause sono, da una parte, la costante disponibilità di dolci e bevande zuccherate. Dall’altra, il fatto che i genitori non sono in grado o non vogliono insegnare ai bambini come spazzolare i denti. Rispetto all’Europa, la carie precoce nei bambini è esageratamente molto più frequente e pronunciata. La situazione è diversa per gli abitanti più anziani, soprattutto nei villaggi remoti in montagna. Questo è probabilmente dovuto al fatto che esse sono venuti a contatto con tale alimentazione contenente zuccheri solo ad un’età molto avanzata.

 

Nei weekend, abbiamo avuto il tempo per diverse escursioni nei dintorni. Abbiamo visitato Puno presso il lago Titicaca, le isole Uru, la città della costa boliviana Copacabana, la montagna Rainbow, le saline di Maras, le rovine di Ollantaytambo, la città vecchia di Cusco, chiese, templi, luoghi storici e musei, Arequipa e, ovviamente, il Machu Picchu.

 

La cordialità e la gratitudine con cui sono stato accolto dappertutto in Perù rispecchiano la mentalità di questo popolo. Per me è stato un onore approfondire la loro cultura e stile di vita. A partire dai villaggi delle Ande, dove mai un turista si perde, tutti dovrebbero conoscere il Perù.

 

Ringrazio VOCO GmbH per il generoso supporto!’

Il lavoro di un dentista tra il monte Kilimanjaro e il monte Meru
VOCO Dental Aid
(Neu) Dr. Benita Kunze ha trattato i bambini insieme con la dentista tanzanese Diana. Dr. Benita Kunze ha eseguito check-up dentali in una scuola primaria. (Neu)

Tanzania, il sesto paese più popolato dell’Africa, è la principale destinazione turistica grazie soprattutto alle opportunità di safari nella sua parte settentrionale. I monti come il Kilimanjaro continuano ad attrarre geologi. Però, il viaggio di due settimane della Dr.sa Benita in Tanzania non è stato motivato da scopi di ricerca o turismo: il dentista, che ha il proprio studio presso, Germania, ha offerto il suo supporto alla clinica dentale della Tanzania, costruita insieme ad altre strutture per la salute generale dal progetto umanitario “Africa Amini Alama” in Momella (un insediamento ai piedi del vulcano Monte Meru).

 

Nessun paragone con la formazione europea

 

In questa e in altre regioni remote della Tanzania, le persone vivono praticamente senza alcun accesso ai trattamenti odontoiatrici. Questo significa che i pazienti che necessitano di un trattamento non riescono mai a vedere un dentista e semplicemente devono sopportare il dolore e le relative conseguenze per la loro salute generale. Al fine di evitare tutto ciò, Diana ha iniziato a trattare i pazienti presso la clinica di Momella dal dicembre 2016. “È una dentista africana molto giovane,” ha affermato la Dr.sa Benita Kunze, spiegando perché è volata da lei per offrirle assistenza: “La formazione di Diana è ben sotto agli standard europei e quindi le ho informazioni e le ho insegnato come usare i prodotti che ho portato con me.” Il bagaglio della Dr.sa Kunze conteneva soprattutto materiali da restauro. Le due dentiste hanno eseguito insieme otturazioni precise, così da mettere Diana in grado di aiutare la popolazione locale ancora di più in futuro.  

 

Denti fragili come vetro

 

Molte persone in Tanzania sono molto povere. Il trattamento dentale è molto costoso e le protesi sono praticamente inesistenti. Le sole procedure eseguite sono quelle che hanno lo scopo di mitigare il dolore. Il trattamento offerto da Diana in Momella è gratis agli sforzi del progetto umanitario.

La maggior parte delle persone che vivono nella regione intorno al Monte Meru soffrono di una grave fluorosi dentale. L’acqua che bevono deriva da una sorgente locale che contiene un’elevata quantità di fluoro, la causa del vicino vulcano dormiente. L’elevata quantità di fluoro causa una pigmentazione marrone dei denti e la distruzione dello smalto.  La dentina è esposta e diventa anch’essa marrone. “Le loro arcate sono molto dure e questo si nota soprattutto durante le estrazioni. I loro denti, al contrario, sono così fragili che si rompono come se fossero di vetro e non si muovono di un millimetro nell’osso. Insieme con Diana, abbiamo estratto diversi denti, in quanto non era possibile eseguire trattamenti canalari,” ha affermato la dentista tedesca.

 

Gratitudine oltre ogni confronto

 

La Dr.sa Benita Kunze ha trattato anche diversi bambini nella remota regione Massai di Madebe, dove frequentano la scuola primaria “Simba Vision”. “Abbiamo eseguito un check-up e trattato i denti dei bambini. Per tutto ciò, siamo state sommerse dalla gratitudine – sia dai bambini sia dagli adulti. Sono state veramente due settimane ricche di esperienza. Giovani ragazze che avevano già sofferto molto hanno imparato a fidarsi e ci hanno permesso di trattarle. I bambini piccoli mi hanno preso per mano e mi hanno ringraziato.”

L’attenzione ora è sulla preservazione dei denti mediante check-up regolari, con maggior consapevolezza e insegnamento costante su come lavare i denti. Dato che le cose di base sono la principale necessità, ogni donazione è ben accetta. “Ecco perché vorrei ringraziare in modo particolare VOCO da part mia e da parte dell’organizzazione umanitaria.” Dr. Benita Kunze spera di ritornare in Tanzania il prossimo anno. “Il mio obiettivo è quello di dare ai bambini della scuola Massai e presso la Simba Vision spazzolini da denti, insegnar loro a prendersi cura dei loro denti e fare controlli regolari”.

 

 

 

Riunione internazionale di vendita presso la sede centrale della VOCO
Notizie sugli eventi
Il team di vendita dall'Italia Il team di vendita dalla Spagna e dal Portogallo

Anche se il Mar Mediterraneo separa Portogallo e Spagna dall'Italia e la distanza  è notevole,  i tre paesi hanno molto in comune, compresa la situazione  del mercato nel settore dentale.

Nel mese di settembre gli agenti di vendita dei tre paesi si sono incontrati presso la sede centrale di VOCO a Cuxhaven per uno scambio di idee.

                                             

La  loro formazione, che è durata diversi giorni, ha avuto come obbiettivo un programma completo:  oltre ad un giro in azienda, durante il quale sono stati informati sui processi di produzione,  hanno anche ricevuto preziose informazioni sui prodotti VOCO.

Tra gli spagnoli e i portoghesi  l'attenzione si è concentrata su nuovi prodotti, adesivi, V-Posil e prodotti per il digitale. Per gli italiani invece,  adesivi  e V-Posil sono stati in primo piano.

Per tutti i partecipanti, tuttavia, non si è trattato solo di conoscenze teoriche poiché è stata data loro la possibilità di utilizzare i prodotti in un corso pratico.

 

Il  momento culminante al di fuori della sede dell'azienda VOCO, è stato un'escursione condivisa  all’isola di Helgoland.

V-Print splint - materiale per la stampa 3D
Novità del prodotto
(Neu)

Chi si macina i denti può spesso essere aiutato con uno splint da morso. Dovrebbe essere portato il più spesso possibile e dovrebbe quindi avere una certa durata, preferibilmente attraverso l'elevata elasticità. Questo è esattamente ciò che il nuovo materiale di stampa 3D V-Print splint di VOCO ha da offrire.

 

V-Print splint è una resina foto polimerizzabile, progettata per la produzione generativa utilizzando una stampante DLP a LED da 385 nm. Il materiale di stampa è adatto per:

- splint terapeutici,

- mascherine per lo sbiancamento e

- Parti ausiliarie e funzionali per la diagnostica dentale.

 

Il V-Print Splint può essere stampata nei seguenti spessori: 25 μm, 50 μm, 75 μm e 100 μm. Così come il V-Print SG e il V-Print orto, il V-Print Splint viene accuratamente abbinata alle stampanti SolFlex, ottenendo così risultati di stampa ottimali.

 

Ceramic Bond SingleDose - Silano per cermica e compositi
Novità del prodotto
(Neu)

Gli adesivi in un sistema a tre bottiglie sono oggi sempre meno utilizzati nello studio dentistico. E con un buon motivo: gli adesivi sono ora disponibili in un sistema a bottiglia singola o in SingleDose. Entrambe le varianti garantiscono un funzionamento semplice e veloce, poiché non si possono succedere errori di miscelazione.

Motivo sufficiente per offrire anche il comprovato silano Ceramic Bond della Voco nella SingleDose.

 

Il Ceramic Bond assicura un legame chimico ottimale tra il restauro indiretto in ceramica e compositi  e il materiale di cementazione (ad es. Bifix QM)

 

Grazie alla versione SingleDose, Ceramic Bond può essere applicato in modo semplice, rapido e igienico. E l'applicazione è anche molto semplice: Applicare, lasciare agire e asciugare.

Tre alternative alle otturazioni in amalgama
Novità del prodotto
(Neu)

L’Unione Europea ha deliberato che i dentisti non possono più realizzare otturazioni in amalgama nei bambini di età inferiore ai 15 anni, donne in gravidanza e in fase di allattamento. Quindi, quali alternativi vi sono per i dentisti?

Grazie ai materiali da restauro IonoStar Plus, Ionolux e x-tra fil di VOCO, i dentisti possono scegliere tra tre diversi prodotti che possono essere utilizzati in modo più rapido e semplice dell’amalgama e che sono altrettanto economici e duraturi. Inoltre, essi sono significativamente più estetici.

 

Un’alternativa di elevata qualità

 

Quando il tempo è fondamentale, VOCO raccomanda IonoStar Plus. Questo vetroionomero è un materiale da restauro autopolimerizzante che polimerizza in soli due minuti, rendendolo ideale per il trattamento dei bambini. IonoStar Plus è ideale per il restauro permanente dei denti decidui ed è disponibile in quattro tinte.

 

Coloro che vogliono determinare quando deve iniziare il processo di polimerizzazione dovrebbero optare per Ionolux. Questo cemento vetroionomerico fotopolimerizzabile offre flessibilità e copre un’ampia gamma di indicazioni (come le otturazioni di I Classe). Ionolux è disponibile in cinque diverse tinte.

 

VOCO raccomanda il composito x-tra fil per i restauri definitivi in denti permanenti.

Con x-tra fil i dentisti hanno a disposizione un composito da restauro con caratteristiche fisiche resistenti che garantiscono una soluzione definitiva, ma economica. Può essere applicato in incrementi fino a 4 mm e polimerizzato in 10 secondi.

Il premio Readers’ Choice assegnato a Admira Fusion
Novità del prodotto
Readers' Choice Award
Meglio dei favoriti già esistenti: cinque stelle per V-Posil
Novità del prodotto
I dentisti valutatori del rinomato Zahnmedizin Report hanno giudicato V-Posil “m V-Posil ha conquistato i dentisti valutatori: più dell’85 per cento raccomandere Il materiale a base di silicone per addizione è disponibile in cinque diverse vi V-Posil: impronte particolarmente precise, combinate con ottimali condizioni di

In quanto “sofisticato sistema per la rilevazione dell’impronta” con una precisione particolarmente elevata, un tempo di lavorazione adatto alle necessità dello studio e un tempo di esposizione in bocca convenientemente corto, il materiale d’impronta PVS V-Posil (VOCO) ha colpito notevolmente i dentisti indipendenti che l’hanno provato. Più di metà dei dentisti hanno giudicato V-Posil migliore dei loro attuali prodotti favoriti. Il Zahnmedizin Report (IWW Institut) ha assegnato al silicone per addizione un punteggio generale di “molto buono”, conferendogli cinque stelle su cinque.

 

Questa valutazione si basa non solo sull’esperienza pratica personale di ciascun dentista valutatore, ma anche dalle misurazioni eseguite relativamente alle caratteristiche fisiche del prodotto. V-Posil si è imposto all’attenzione sia dal punto di vista teorico sia da quello pratico. Il tempo di lavorazione extraorale e il tempo di indurimento intraorale sono entrambi fino a circa 2 minuti. “Condizioni ottimali” secondo chi l’ha provato. I dentisti – tutti utilizzatori esperti di silicone per addizione -  hanno apprezzato anche la semplicità di rimozione dalla bocca del paziente, la precisione di adattamento del restauro, la stabilità dimensionale, il contrasto di colore tra il materiale della prima impronta e quello dell’impronta di correzione, nonché la “leggibilità” dell’impronta.

 

Più dell’85 per cento dei valutatori di Zahnmedizin Report sarebbero lieti di raccomandare V-Posil ai loro colleghi e loro stessi lo utilizzeranno in futuro. Per una buona ragione: rispetto ai prodotti finora utilizzati, V-Posil offre una maggior stabilità dimensionale, può essere “ridotto con un carver” meglio e offre una superficie più liscia, insieme a un grado di precisione superiore. L’intero sistema V-Posil, con le viscosità Heavy Soft Fast, Putty Fast, Light Fast, X-Light Fast e Mono Fast, nonché V-Posil Adhesive, l’adesivo per portaimpronta per PVS, ha ottenuto un punteggio globale di 1.3 e quindi cinque stelle su cinque.

Aiuto dentale in Bolivia
VOCO Dental Aid
Dr. Annette Schoof-Hosemann a Santa Cruz, Bolivia. La tecnica di spazzolamento viene prima eseguita sul modello e poi messa in prat Lo studente Tobias Kleinert ha diligentemente applicato il fluoro su molti denti Il team di volontari: Dr. Annette Schoof-Hosemann, Tobias Kleinert, Alexandra Kr

Nell’agosto 2017, Dr. Annette Schoof-Hosemann è partita per quella che era la sua ottava missione per portare aiuto dentale Bolivia, praticamente ormai diventata una routine.
Questa volta, era accompagnata da tre studenti di odontoiatria dell’Università di Giessen: Tobias Kleinert, Alexandra Krumb e Stephanie Kokoschka.
Insieme, il team si è recato per la prima volta a Santa Cruz de la Sierra, un’area metropolitana con una popolazione di più di un milione. Qui è dove sarebbe stato il loro posto di lavoro per le successive settimane. Una piccola stanza senza finestra, con vecchi strumenti dentali non più funzionanti correttamente in una clinica pediatrica nei dintorni più poveri di Santa Cruz: Los Lotes. Grazie al supporto economico dell’associazione dentists and friends, la stanza era stata recentemente rinnovata e la sua strumentazione risvegliata dal suo stato di coma. Probabilmente non rispondeva agli standard usuali che si trovano in Germania, ma con una piccola improvvisazione era ancora possibile lavorare in modo soddisfacente.

 

Vi era stata un’ampia campagna pubblicitaria a Los Lotes, con il risultato di lunghe code di pazienti che attendeva il team già al primo giorno di trattamenti gratuiti. I tre studenti erano scioccati dallo stato disperato della dentizione dei pazienti, ma per Dr. Annette Schoof-Hosemann, che era in Bolivia per l’ottava volta, era praticamente una vista familiare. Li aveva quindi rapidamente informati che avrebbero fronteggiato situazioni dentali delle peggiori. Dopo tutto, lì non era possibile acquistare spazzolini da nessuna parte.

I quattro componenti del team hanno lavorato spalla-spalla per un’intera settimana a Santa Cruz: in 88 pazienti, hanno estratto 35 denti ed eseguito 75 otturazioni. Dopo questa estenuante ma soddisfacente settimana a Santa Cruz, il team si è recato ad Altiplano, a un’altitudine di almeno 4.000 metri.

A La Paz, sulla strada verso il lago Titicaca, i viaggiatori hanno recuperato molti prodotti di consumo indispensabili per i trattamenti odontoiatrici a Challa come guanti, mascherine, disinfettanti, antidolorifici e antibiotici. Ovviamente, non potevano non comprare prodotti per l’igiene orale per le dimostrazioni nelle scuole: di conseguenza, nelle loro valige hanno trovato posto altri.

 

500 spazzolini e tubetti di dentifricio. Dopo shopping, il team ha viaggiato per circa 140 km verso il lago Titicaca per poi prendere un traghetto verso la piccola comunità di Challa. Mentre Santa Cruz è caratterizzata da un caldo tropicale e dal frastuono do una città con più di un milione di abitanti, è difficile non rimanere impressionati dalla bellezza naturale che si trova ovunque sull’isola.  

 

Il team ha insegnato a più di 500 bambini in due delle tra scuole di Challa e anche nel villaggio di Yumani l’importanza della corrette igiene orale quotidiana. Questo ha compreso anche la spiegazione delle cause della carie, la distribuzione degli spazzolini, la pulizia dei denti e poi la terapia con fluoro con Voco Fluoridin N5.

 

Dato che la Dr. Annette Schoof-Hosemann era già solita visitare regolarmente queste scuole fin dal 2013, questa era la quinta volta che i bambini venivano sottoposti a trattamenti di prevenzione. Essi erano sempre molto felici di incontrare la “doctora” e il team faceva fatica a distribuire gli spazzolini abbastanza velocemente. Sfortunatamente, i loro denti erano ancora un uno stato atroce. Praticamente nessun paziente era esente da carie; in effetti, molti bambini e giovani adulti hanno a malapena un solo dente sano in bocca. Per gli studenti tedeschi, questo fu come uno shock. Il fatto che una dentizione completamente distrutta è in realtà lo stato normale per questi giovani li ha scioccati e profondamente impressionati.

 

Però, erano già visibili i primi miglioramenti, soprattutto per quanto riguarda l’interesse dimostrato verso l’avere denti controllati e ben puliti. Per assicurarsi di avere la possibilità di trattare i casi veramente urgenti – le estrazioni – i dentisti hanno escogitato un piano: un regalo dalla scatola delle ricompense. La prospettiva di un regalo dalla scatola ha innescato una fuga precipitosa tra i bambini.

 

Una volta finita la missione, il team era in grado di riportare non solo di aver eseguito le sperate sessioni di pulizia, ma anche di aver trattato con successo 88 pazienti con otturazioni ed estrazioni.

 

Sull’isola, Dr. Annette Schoof-Hosemann è conosciuta in modo affettuoso come la doctorita (= piccola dottoressa). Dopo tutto il duro lavoro, la gratitudine dei pazienti è un regalo oltre ogni misura e la ricompensa di tutti gli sforzi compiuti.

 

VOCO ha supportato la missione donando diversi prodotti, tra cui i materiali da restauro Grandio e Grandio Flow, l’adesivo Futurabond DC e  la preparazione a base di idrossido di calcio Calcicur. Cosa interessante, la tinta dei denti più comune in Bolivia è A2.

VOCO receives visitors from Lithuania
Notizie sugli eventi
Dentists and depot staff from Lithuania: They work with many VOCO products in th Hands-on course - (l.) Klaus Peter Hoffmann (Knowledge department) explains the Visiting Bremen - infront of the statue of The Bremen town musicians

In dental practices worldwide, the use of VOCO products is daily routine. Also, in Lithuania, the demand of innovative materials with the “Made in Germany” quality seal is growing steadily. Thus, during the visit of twelve dentists and depot staff from Vilimekso Servisas at VOCO’s headquarters, the focus was on the combination of new ideas with reliable quality.

 

After the greeting and a common welcome dinner, an extensive programme was on the agenda of the visitors from the Baltic state. Besides a company tour providing them with, for example, insights into the production processes, they obtained valuable information regarding VOCO products. Particularly Rebilda Post GT, Admira Fusion and V-Posil were highlighted.

 

The afternoon of the training day concentrated on testing. In a hands-on workshop, the participants tried out the practical handling of the glassfibre-reinforced composite post as well as the precision impression material V-Posil. Area Manager Marco Döhring concluded, “In Lithuania, dentists are working on a very high level and attach much importance to the quality of products. Hence, the market is developing well for VOCO.”  

 

The visit ended with a trip to the island Helgoland and an evening dinner in the city of Bremen.

V-Print model beige e V-Print SG – Due nuovi materiali di stampa
Novità del prodotto
V-Print model beige_V-Print SG

Il materiale di stampa V-Print model beige è una resina fotopolimerizzabile a base di (meta)acrilato, per la realizzazione additiva di componenti di precisione per tutti i  modelli dentali. Il materiale permette un’ottimale visibilità dei margini della preparazione ed evita il trasparire quando si applicano i colori ai restauri – soprattutto nei casi di monconi.

V-Print model beige si distingue per la sua superficie liscia e resistente ai graffi. Il materiale è adatto per le stampanti DLP con uno spettro UV LED di 385 nm.

 

Il materiale di stampa 3D V-Print SG è un dispositivo medicale di classe IIa per la realizzazione additiva di mascherine chirurgiche. L’elevata precisione rendere più semplice pianificare l’inserimento degli impianti e produce risultati più accurati.  Per un ottimale utilizzo clinico, V-Print SG può essere sterilizzato a vapore a 134°C per max. 5 minuti, senza alcun effetto negativo sulla precisione di adattamento.

V-Print SG è biocompatibile, privo di aroma e caratterizzato da un’elevata resistenza alla flessione. La resina di elevata qualità, a base di metacrilato, è ideale per le stampanti DLP con uno spettro UV LED di 385 nm.

 

 

Meron Plus QM – Nuova versione pasta-pasta
Novità del prodotto
Meron Plus QM

Con Meron Plus QM, VOCO offre un cemento adesivo vetroionomerico rinforzato con resina, in versione pasta-pasta, nella pratica siringa QuickMix, ovviamente con tutti i vantaggi dei comprovati prodotti Meron Plus – dall’auto-adesione allo spessore sottile del film, fino al continuo rilascio di fluoro. Gli elevati valori di adesione, superiori a quelli dei cementi vetroionomerici convenzionali, assicurano una tenuta salda e affidabile, anche in condizioni sfavorevoli, come quelle che si verificano con i monconi corti. Il tempo di lavorazione di 2 minuti (dall’inizio della miscelazione) offre tempo sufficiente per la cementazione sia di restauri singoli sia di ponti. Nello stesso tempo, i prodotti della gamma Meron Plus si caratterizzano per le eccezionali proprietà di fluidità, senza dispersione del materiale, nonché un’elevata tolleranza nei confronti dell’umidità.

 

Meron Plus QM è autopolimerizzante. Una volta raggiunta la fase in gel, il materiale in eccesso può esser rimosso in modo semplice e pulito. Inoltre, la polimerizzazione può essere controllata anche individualmente per rimuovere l’eccesso. È sufficiente polimerizzare il materiale in eccesso per 5-10 secondi e rimuoverlo direttamente.

Grandio disc – Composito nanoibrido in dischi
Novità del prodotto
Grandio disc

VOCO è sinonimo di eccezionale qualità dei prodotti, in particolare nell’ambito dei compositi, e questo è esattamente il motivo per cui ora la gamme di prodotti CAD/CAM ora è stata nuovamente ampliata grazie a Grandio disc, poco dopo la presentazione di Grandio blocs. I dischi di composito nanoibrido possono essere utilizzati per la realizzazione di inlay, onlay, faccette e corone per trattamenti definitivi. I particolari punti di forza sono gli eccezionali parametri fisici di Grandio disc che rendono il materiale praticamente identico alla sostanza del dente naturale.

 

Un altro vantaggio è la precisione con la quale è possibile fresare i dischi in composito, il che si trasforma nella garanzia di un adattamento ancora più preciso. Inoltre, i compositi non richiedono la lunga procedura di cottura associata ad altri materiali, possono essere lavorati in modo più rapido con i fresatori e lucidati a una finitura perfetta.

 

Grandio disc è disponibile in due gradi di traslucenza: LT (low translucent) è particolarmente adatto per la regione anteriore e HT (high translucent) è adatto per restauri nella regione posteriore.

V-Print splint - materiale per la stampa 3D
Novità del prodotto
(Neu)

Chi si macina i denti può spesso essere aiutato con uno splint da morso. Dovrebbe essere portato il più spesso possibile e dovrebbe quindi avere una certa durata, preferibilmente attraverso l'elevata elasticità. Questo è esattamente ciò che il nuovo materiale di stampa 3D V-Print splint di VOCO ha da offrire.

 

V-Print splint è una resina foto polimerizzabile, progettata per la produzione generativa utilizzando una stampante DLP a LED da 385 nm. Il materiale di stampa è adatto per:

- splint terapeutici,

- mascherine per lo sbiancamento e

- Parti ausiliarie e funzionali per la diagnostica dentale.

 

Il V-Print Splint può essere stampata nei seguenti spessori: 25 μm, 50 μm, 75 μm e 100 μm. Così come il V-Print SG e il V-Print orto, il V-Print Splint viene accuratamente abbinata alle stampanti SolFlex, ottenendo così risultati di stampa ottimali.

 

Ceramic Bond SingleDose - Silano per cermica e compositi
Novità del prodotto
(Neu)

Gli adesivi in un sistema a tre bottiglie sono oggi sempre meno utilizzati nello studio dentistico. E con un buon motivo: gli adesivi sono ora disponibili in un sistema a bottiglia singola o in SingleDose. Entrambe le varianti garantiscono un funzionamento semplice e veloce, poiché non si possono succedere errori di miscelazione.

Motivo sufficiente per offrire anche il comprovato silano Ceramic Bond della Voco nella SingleDose.

 

Il Ceramic Bond assicura un legame chimico ottimale tra il restauro indiretto in ceramica e compositi  e il materiale di cementazione (ad es. Bifix QM)

 

Grazie alla versione SingleDose, Ceramic Bond può essere applicato in modo semplice, rapido e igienico. E l'applicazione è anche molto semplice: Applicare, lasciare agire e asciugare.

Tre alternative alle otturazioni in amalgama
Novità del prodotto
(Neu)

L’Unione Europea ha deliberato che i dentisti non possono più realizzare otturazioni in amalgama nei bambini di età inferiore ai 15 anni, donne in gravidanza e in fase di allattamento. Quindi, quali alternativi vi sono per i dentisti?

Grazie ai materiali da restauro IonoStar Plus, Ionolux e x-tra fil di VOCO, i dentisti possono scegliere tra tre diversi prodotti che possono essere utilizzati in modo più rapido e semplice dell’amalgama e che sono altrettanto economici e duraturi. Inoltre, essi sono significativamente più estetici.

 

Un’alternativa di elevata qualità

 

Quando il tempo è fondamentale, VOCO raccomanda IonoStar Plus. Questo vetroionomero è un materiale da restauro autopolimerizzante che polimerizza in soli due minuti, rendendolo ideale per il trattamento dei bambini. IonoStar Plus è ideale per il restauro permanente dei denti decidui ed è disponibile in quattro tinte.

 

Coloro che vogliono determinare quando deve iniziare il processo di polimerizzazione dovrebbero optare per Ionolux. Questo cemento vetroionomerico fotopolimerizzabile offre flessibilità e copre un’ampia gamma di indicazioni (come le otturazioni di I Classe). Ionolux è disponibile in cinque diverse tinte.

 

VOCO raccomanda il composito x-tra fil per i restauri definitivi in denti permanenti.

Con x-tra fil i dentisti hanno a disposizione un composito da restauro con caratteristiche fisiche resistenti che garantiscono una soluzione definitiva, ma economica. Può essere applicato in incrementi fino a 4 mm e polimerizzato in 10 secondi.

Il premio Readers’ Choice assegnato a Admira Fusion
Novità del prodotto
Readers' Choice Award
Meglio dei favoriti già esistenti: cinque stelle per V-Posil
Novità del prodotto
I dentisti valutatori del rinomato Zahnmedizin Report hanno giudicato V-Posil “m V-Posil ha conquistato i dentisti valutatori: più dell’85 per cento raccomandere Il materiale a base di silicone per addizione è disponibile in cinque diverse vi V-Posil: impronte particolarmente precise, combinate con ottimali condizioni di

In quanto “sofisticato sistema per la rilevazione dell’impronta” con una precisione particolarmente elevata, un tempo di lavorazione adatto alle necessità dello studio e un tempo di esposizione in bocca convenientemente corto, il materiale d’impronta PVS V-Posil (VOCO) ha colpito notevolmente i dentisti indipendenti che l’hanno provato. Più di metà dei dentisti hanno giudicato V-Posil migliore dei loro attuali prodotti favoriti. Il Zahnmedizin Report (IWW Institut) ha assegnato al silicone per addizione un punteggio generale di “molto buono”, conferendogli cinque stelle su cinque.

 

Questa valutazione si basa non solo sull’esperienza pratica personale di ciascun dentista valutatore, ma anche dalle misurazioni eseguite relativamente alle caratteristiche fisiche del prodotto. V-Posil si è imposto all’attenzione sia dal punto di vista teorico sia da quello pratico. Il tempo di lavorazione extraorale e il tempo di indurimento intraorale sono entrambi fino a circa 2 minuti. “Condizioni ottimali” secondo chi l’ha provato. I dentisti – tutti utilizzatori esperti di silicone per addizione -  hanno apprezzato anche la semplicità di rimozione dalla bocca del paziente, la precisione di adattamento del restauro, la stabilità dimensionale, il contrasto di colore tra il materiale della prima impronta e quello dell’impronta di correzione, nonché la “leggibilità” dell’impronta.

 

Più dell’85 per cento dei valutatori di Zahnmedizin Report sarebbero lieti di raccomandare V-Posil ai loro colleghi e loro stessi lo utilizzeranno in futuro. Per una buona ragione: rispetto ai prodotti finora utilizzati, V-Posil offre una maggior stabilità dimensionale, può essere “ridotto con un carver” meglio e offre una superficie più liscia, insieme a un grado di precisione superiore. L’intero sistema V-Posil, con le viscosità Heavy Soft Fast, Putty Fast, Light Fast, X-Light Fast e Mono Fast, nonché V-Posil Adhesive, l’adesivo per portaimpronta per PVS, ha ottenuto un punteggio globale di 1.3 e quindi cinque stelle su cinque.

V-Print model beige e V-Print SG – Due nuovi materiali di stampa
Novità del prodotto
V-Print model beige_V-Print SG

Il materiale di stampa V-Print model beige è una resina fotopolimerizzabile a base di (meta)acrilato, per la realizzazione additiva di componenti di precisione per tutti i  modelli dentali. Il materiale permette un’ottimale visibilità dei margini della preparazione ed evita il trasparire quando si applicano i colori ai restauri – soprattutto nei casi di monconi.

V-Print model beige si distingue per la sua superficie liscia e resistente ai graffi. Il materiale è adatto per le stampanti DLP con uno spettro UV LED di 385 nm.

 

Il materiale di stampa 3D V-Print SG è un dispositivo medicale di classe IIa per la realizzazione additiva di mascherine chirurgiche. L’elevata precisione rendere più semplice pianificare l’inserimento degli impianti e produce risultati più accurati.  Per un ottimale utilizzo clinico, V-Print SG può essere sterilizzato a vapore a 134°C per max. 5 minuti, senza alcun effetto negativo sulla precisione di adattamento.

V-Print SG è biocompatibile, privo di aroma e caratterizzato da un’elevata resistenza alla flessione. La resina di elevata qualità, a base di metacrilato, è ideale per le stampanti DLP con uno spettro UV LED di 385 nm.

 

 

Meron Plus QM – Nuova versione pasta-pasta
Novità del prodotto
Meron Plus QM

Con Meron Plus QM, VOCO offre un cemento adesivo vetroionomerico rinforzato con resina, in versione pasta-pasta, nella pratica siringa QuickMix, ovviamente con tutti i vantaggi dei comprovati prodotti Meron Plus – dall’auto-adesione allo spessore sottile del film, fino al continuo rilascio di fluoro. Gli elevati valori di adesione, superiori a quelli dei cementi vetroionomerici convenzionali, assicurano una tenuta salda e affidabile, anche in condizioni sfavorevoli, come quelle che si verificano con i monconi corti. Il tempo di lavorazione di 2 minuti (dall’inizio della miscelazione) offre tempo sufficiente per la cementazione sia di restauri singoli sia di ponti. Nello stesso tempo, i prodotti della gamma Meron Plus si caratterizzano per le eccezionali proprietà di fluidità, senza dispersione del materiale, nonché un’elevata tolleranza nei confronti dell’umidità.

 

Meron Plus QM è autopolimerizzante. Una volta raggiunta la fase in gel, il materiale in eccesso può esser rimosso in modo semplice e pulito. Inoltre, la polimerizzazione può essere controllata anche individualmente per rimuovere l’eccesso. È sufficiente polimerizzare il materiale in eccesso per 5-10 secondi e rimuoverlo direttamente.

Grandio disc – Composito nanoibrido in dischi
Novità del prodotto
Grandio disc

VOCO è sinonimo di eccezionale qualità dei prodotti, in particolare nell’ambito dei compositi, e questo è esattamente il motivo per cui ora la gamme di prodotti CAD/CAM ora è stata nuovamente ampliata grazie a Grandio disc, poco dopo la presentazione di Grandio blocs. I dischi di composito nanoibrido possono essere utilizzati per la realizzazione di inlay, onlay, faccette e corone per trattamenti definitivi. I particolari punti di forza sono gli eccezionali parametri fisici di Grandio disc che rendono il materiale praticamente identico alla sostanza del dente naturale.

 

Un altro vantaggio è la precisione con la quale è possibile fresare i dischi in composito, il che si trasforma nella garanzia di un adattamento ancora più preciso. Inoltre, i compositi non richiedono la lunga procedura di cottura associata ad altri materiali, possono essere lavorati in modo più rapido con i fresatori e lucidati a una finitura perfetta.

 

Grandio disc è disponibile in due gradi di traslucenza: LT (low translucent) è particolarmente adatto per la regione anteriore e HT (high translucent) è adatto per restauri nella regione posteriore.

10 anni di Amaris® – 10 anni di estetica dentale perfetta
Novità del prodotto
Amaris, il composito altamente estetico di VOCO, ha fatto il suo debutto a IDS n Condizione prima del trattamento: fratture incisali sui denti 11 e 21 Restauri nel settore anteriore con Amaris I denti belli sono un motivo per sorridere! Estetica dentale perfetta con Amaris

Vi è sempre più una maggior consapevolezza dell’importanza di avere denti sani e belli. Oggi, per molte persone, l’estetica dentale si integra nel concetto di qualità di vita. Un crescente numero di pazienti desidera quindi restauri dall’aspetto naturale e non distinguibili, soprattutto nei settori anteriori. Questa tendenza va di pari passo con la crescita della richiesta di materiali da restauro ad elevate prestazioni. Tali materiali non devono caratterizzarsi solo per le notevoli proprietà fisiche, ma anche, e soprattutto, per l’eccezionale lavorabilità. Amaris, che è stato presentato da VOCO nel 2007 in occasione di IDS, è un composito con un innovative sistema di tinte che è stato sviluppato in modo specifico per restauri altamente estetici. Questo prodotto assicura una gestione delle tinte incredibilmente semplice e pratica, dato che sono necessari solo pochi colori. Amaris ha vinto numerosi premi, tra cui quello del rinomato istituto di test americano, “The Dental Advisor”, in particolare grazie al suo concetto di tinte.

11 tinte invece di 33

Insieme, dentina e smalto definisco l’aspetto globale di un dente. Anche il sistema di tinte di Amaris si basa su questo principio naturale. Le forme più varie, le tinte e le superfici possono quindi essere modellate rapidamente con la tecnica a due strati che richiede solo una tinta base (Opaque) e una tinta smalto (Translucent). Rispetto ad altri sistemi con più di 20 o, addirittura, 30 tinte, il sistema Amaris è costituito da sole 11 tinte: sei tinte base (O1, O2, O3, O4, O5, O Bleach), tre tinte smalto (Neutral, TN; Light, TL; Dark, TD) e due tinte individuali (Amaris Flow High Translucent, HT; Amaris Flow High Opaque, HO). Le tinte base e smalto possono essere combinate in diversi modi e quindi assicurano un elevato grado di flessibilità nella produzione dei colori. Le tinte individuali opzionali, Amaris Flow HT (High Translucent) e Amaris Flow HO (High Opaque), permettono di realizzare anche ulteriori strutture individuali e caratterizzazioni. Per esempio, HT risulta ideale per creare bordi incisali altamente traslucenti e HO per coprire aree decolorate.

Semplice gestione delle tinte

Prima di tutto viene ricostruito il nucleo con una tinta base opaca. Si applica poi uno strato di copertura con la tinta smalto traslucente; per un aspetto ottimale della tinta, si utilizza Amaris Translucent Neutral (TN). Se questa tinta appare troppo chiara, lo strato di copertura viene scurito con Amaris Translucent Dark (TD). Se la tinta appare troppo scura, si usa Amaris Translucent Light (TL). La tinta finale del dente può quindi essere ottenuta durante la stratificazione; però, durante il restauro è sempre possibile eseguire correzioni. Quindi, gli strati che sono stati applicati prima non devono essere rimossi. Nonostante il loro numero contenuto rispetto a quello di altri sistemi, le diverse combinazioni possibili di tinte base e smalto di questo prodotto permettono di coprire l’intero spettro di colore dei denti. Questo significa che è possibile riprodurre anche le sfumature più sottili, per avere sempre restauri di successo.

Denti naturali come obiettivo

Gli sviluppatori di Amaris si sono impegnati per ottenere l’allineamento più vicino possibile al dente naturale. Il Dr Reinhard Maletz, Responsabile del reparto Ricerca e Sviluppo, sottolinea: “Il concetto di Amaris si basa sulla stratificazione e sulla colorazione e non su standard industriali preimpostati. Con Amaris, è possibile realizzare transizioni di colore senza soluzione di continuità e adattamento armonioso ai tessuti dentali adiacenti. L’interazione tra opacità e traslucenza nei restauri prodotti con Amaris si basa sui denti naturali e quindi è garantito un eccezionale grado di dinamica luminosa e di fluorescenza. Di conseguenza, non si distinguono dai denti naturali.”

Eccellenti parametri fisici

Amaris ha anche eccellenti proprietà fisiche. Questo materiale ha un elevato contenuto di riempitivo (80% in peso) con una minima contrazione da polimerizzazione (2.0% in volume). Grazie alla sua elevata durezza di superficie (99 MHV) e resistenza alla compressione (375 MPa), alla sua notevole resistenza alla flessione (120 MPa) e alla forza tensile diametrale (51 MPa) nonché alla sua eccezionale resistenza all’abrasione (48 µm, abrasione 3-media) e al basso grado di solubilità in acqua (< 1 µg/mm3), Amaris è una garanzia per restauri permanentemente stabili. Concepito principalmente per i settori anteriori, grazie alle sue proprietà fisiche è adatto anche per i settori posteriori. Amaris può essere utilizzato per un’ampia gamma di applicazioni. Tra le indicazioni vi sono i restauri estetici nei settori anteriori di Classe III, IV e V, restauri estetici nei settori posteriori di Classe I, II e V, ricostruzione di denti anteriori affetti da trauma, faccette in composito dirette e indirette, rivestimento di denti anteriori decolorati, correzioni di forma e colore per migliorare l’estetica, riparazione di ceramica altamente estetica (per es., riparazione di faccette) nonché splintaggio di denti anteriori.

Proprietà ottimali di lavorazione

Oltre al suo innovative sistema di tinte, Amaris colpisce anche per le sue ottimali proprietà di lavorabilità. Il materiale ha una consistenza setosa, non appiccicosa e può essere facilmente adattato e modellato. Amaris permette di applicare e rifinire strati molto sottili, il che significa che è possibile creare anche i bordi incisali più sottili. La resistenza alla luce ambientale e chirurgica fino a cinque minuti assicura tempo sufficiente alla lavorazione, però, in base alla tinta e allo spessore dello strato, i tempi di polimerizzazione variano da dieci a quaranta secondi. Grazie alla sua composizione intelligente, Amaris può essere facilmente lucidato il che, a sua volta, significa che è assicurata una brillantezza notevole e duratura. Questo materiale può essere universalmente utilizzato con tutti gli adesivi dentinali.

Confezionamenti disponibili con kit introduttivo

Amaris è disponibile in diversi confezionamenti, ovvero, in kit e ricambi con siringhe e caps. VOCO offre un kit introduttivo per permettere agli utilizzatori di conoscere il suo sistema di tinte intelligente. Questo kit contiene quattro caps nelle tinte opache O1, O2, O3, O4, O5 e nelle tinte traslucenti Light (TL), Neutral (TN) e Dark (TD). Il kit contiene anche due siringhe con le tinte individuali HT e HO, nonché la scala colori Amaris. Amaris può essere idealmente combinato con Amaris Gingiva, il materiale da restauro altamente estetico nelle tinte gengiva. Di conseguenza, si possono ottenere risultati perfetti nei casi in cui sia indicate l’estetica bianca-rosa.

L’alternativa ragionevole per i regali di Natale
Notizie dall'azienda
VOCO supporta la campagna UNICEF ‘Donazioniinvece che regali di Natale’anche nel

Alla fine dell’anno, è una piacevole tradizione ringraziare i nostri clienti e i nostri partner commerciali. Un’alternativa ragionevole e sostenibile ai regali di Natale è la donazione che offre ai bambini la possibilità di un futuro migliore. Anche VOCO, il produttore di materiali dentali, vorrebbe rendere al migliore il mondo per i bambini. Come l’anno scorso, vogliamo supportare la campagna UNICEF ‘Donazioni invece che regali di Natale’ donando 20,000 euro.

 

‘Donazioni invece che regali di Natale’ esiste da più di 15 anni. I soldi raccolti vengono trasferiti al programma dell’UNICEF ‘Bambini nelle regioni critiche’. Le donazioni permettono di frequentare la scuola, o l’organizzazione di alloggi e tendoni per assicurare protezione e calore ai bambini. Infatti,vi sono ancora milioni di bambini che difficilmente hanno accesso ad acqua pulita, pasti regolari, misure sanitarie adeguate o che possono andare a scuola senza il supporto di organizzazioni umanitarie.

 

Per aiutare ad affrontare questa situazione, il management di VOCO GmbH ha deciso di donare anche per quest’anno il budget pianificato per i regali di Natale per i clienti e i partner commerciali. “Vedendo le immagini terribili delle aree dove vi sono conflitti, ci si rende conto di quanto urgente sia la necessità di aiuto da parte di queste popolazioni. Con la nostra donazione, siamo lieti di contribuire al miglioramento delle condizioni di vita di questi bambini,” spiega Olaf Sauerbier, membro delmanagementVOCO, mentre consegna l’assegno alla volontaria dell’UNICEF Elke Schmidt che, in nome dell’intera organizzazione, ha ringraziato per la generosa donazione.

Riunione internazionale di vendita presso la sede centrale della VOCO
Notizie sugli eventi
Il team di vendita dall'Italia Il team di vendita dalla Spagna e dal Portogallo

Anche se il Mar Mediterraneo separa Portogallo e Spagna dall'Italia e la distanza  è notevole,  i tre paesi hanno molto in comune, compresa la situazione  del mercato nel settore dentale.

Nel mese di settembre gli agenti di vendita dei tre paesi si sono incontrati presso la sede centrale di VOCO a Cuxhaven per uno scambio di idee.

                                             

La  loro formazione, che è durata diversi giorni, ha avuto come obbiettivo un programma completo:  oltre ad un giro in azienda, durante il quale sono stati informati sui processi di produzione,  hanno anche ricevuto preziose informazioni sui prodotti VOCO.

Tra gli spagnoli e i portoghesi  l'attenzione si è concentrata su nuovi prodotti, adesivi, V-Posil e prodotti per il digitale. Per gli italiani invece,  adesivi  e V-Posil sono stati in primo piano.

Per tutti i partecipanti, tuttavia, non si è trattato solo di conoscenze teoriche poiché è stata data loro la possibilità di utilizzare i prodotti in un corso pratico.

 

Il  momento culminante al di fuori della sede dell'azienda VOCO, è stato un'escursione condivisa  all’isola di Helgoland.

VOCO receives visitors from Lithuania
Notizie sugli eventi
Dentists and depot staff from Lithuania: They work with many VOCO products in th Hands-on course - (l.) Klaus Peter Hoffmann (Knowledge department) explains the Visiting Bremen - infront of the statue of The Bremen town musicians

In dental practices worldwide, the use of VOCO products is daily routine. Also, in Lithuania, the demand of innovative materials with the “Made in Germany” quality seal is growing steadily. Thus, during the visit of twelve dentists and depot staff from Vilimekso Servisas at VOCO’s headquarters, the focus was on the combination of new ideas with reliable quality.

 

After the greeting and a common welcome dinner, an extensive programme was on the agenda of the visitors from the Baltic state. Besides a company tour providing them with, for example, insights into the production processes, they obtained valuable information regarding VOCO products. Particularly Rebilda Post GT, Admira Fusion and V-Posil were highlighted.

 

The afternoon of the training day concentrated on testing. In a hands-on workshop, the participants tried out the practical handling of the glassfibre-reinforced composite post as well as the precision impression material V-Posil. Area Manager Marco Döhring concluded, “In Lithuania, dentists are working on a very high level and attach much importance to the quality of products. Hence, the market is developing well for VOCO.”  

 

The visit ended with a trip to the island Helgoland and an evening dinner in the city of Bremen.

Missione nella ‘Valle sacra degli Inca’
VOCO Dental Aid
Florian Schilling (vestito di bianco) durante la sua missione umanitaria in Perù (Neu) (Neu) (Neu) (Neu)

Resoconto diretto a cura di Florian Schilling (Università di Erlangen, Germania). Organizzazione: ‘Zahnärzte helfen e.V.‘

 

‘Subito dopo aver passato il mio esame e prima di iniziare la mia attività professionale, ho deciso di andare oltre alla dottrina odontoiatrica e agli standard dentali degli ospedali universitari della Germania. Il Peru era la destinazione che sognavo: da una parte, per la sua cultura e il modo di vivere; dall’altra, per i resoconti riguardo a questo progetto e all’associazione a cura di alcuni compagni di studio che avevano già  sperimentato tale avventura. Ho quindi optato a favore di un progetto a Urubamba, nella Valle Sacra degli Inca. L’associazione tedesca ‘Zahnärzte helfen e.V.’ gestisce un progetto in ambito odontoiatrico a Urubamba e qui collabora con l’associazione peruviana ‘Corazones Para Perú’, per offrire assistenza ai bambini e agli adulti bisognosi nei remoti villaggi montani.

 

A seguito della mia richiesta di donazioni fatta a diverse aziende del settore dentale, nelle settimane dopo la mia partenza ho ricevuto diversi materiali e strumenti adatti per l’utilizzo nella missione in Peru.

 

Dopo essere atterrato a Cusco, una città delle Ande Peruviane e che in passato è stata la capitale dell’impero Inca, ho guidato per circa un’ora e mezza per raggiungere la città di Urubamba, che sarebbe stata la mia base per le successive tre settimane. Lì, ho condiviso l’alloggio con altri tre dentisti. L’appartamento era situato al piano superiore dell’abitazione di un’insegnante peruviana che si è occupata di tutto. Così come ha fatto una dentista peruviana, collaboratrice dell’associazione, che organizza la maggior parte delle iniziative non programmate ed è di supporto in caso di difficoltà nella comunicazione. Inoltre, vi è l’assistenza di giovani tedeschi che stanno facendo il loro servizio di volontariato e che sono esperti con la lingua spagnola.

 

Ogni mattina da lunedì a venerdì, abbiamo trattato bambini di età compresa tra i 6 e i 12 anni del ‘Collegio Ccotohuincho‘, una scuola di Urubamba. Con l’aiuto dell’attrezzatura delle forze armate tedesche e dei materiali donati dalla Germania, abbiamo eseguito trattamenti di profilassi, otturazioni ed estrazioni. Per essere sottoposti al trattamento, i bambini dovevano portare “un’autorizzazione” firmata dai loro genitori. Sistematicamente, si generavano richieste da tutte le scuole e si dava quindi precedenza ai casi più urgenti.

 

Due pomeriggi a settimana, ci recavamo al villaggio di bambini dell’associazione ‘Corazones Para Perú’ a Munaychay, dove ci focalizzavamo sulla profilassi. Abbiamo spiegato ai bambini come eseguire una corretta igiene orale con i mezzi a disposizione. Un altro progetto dell’associazione è a Chicon. Qui c’è un piccolo centro sanitario che, però, ha per lo più sospeso le sue attività, tranne che per un riunito dentale.

 

Il martedì e il giovedì, ci venivano a prelevare alla mattina presto per dirigerci a Huilloc, un villaggio di montagna situato ad un’altitudine di 3.500 metri – il posto ‘più alto’ dove eseguire trattamenti nei dintorni di Urubamba. Qui, grazie alla presenza di un radiografico, abbiamo potuto eseguire trattamenti canalari.

 

Ogni tanto, l’associazione organizza anche attività non programmate. Dopo un viaggio di due ore verso una piccola cittadina, dove i militari peruviani avevano delle tende situate in una zona centrale, abbiamo potuto usufruire di una tenda come “Clinica odontoiatrica”.  Dato che c’erano molti pazienti e un solo riunito non era sufficiente, abbiamo dovuto eseguire estrazioni e sedute di igiene su delle sedie da giardino. Il problema più grosso, però, era la corrente elettrica che funzionava solo per un tempo limitato e quindi, spesso, gli strumenti necessari non erano disponibili o non erano ancora pronti. Di conseguenza, la gamma di trattamenti era per lo più limitata alla profilassi, alle otturazioni e alle estrazioni.

 

La maggioranza dei bambini mostra una condizione desolante dei denti da latte, dei primi denti permanenti, talvolta già con formazione di fistole.  Le cause sono, da una parte, la costante disponibilità di dolci e bevande zuccherate. Dall’altra, il fatto che i genitori non sono in grado o non vogliono insegnare ai bambini come spazzolare i denti. Rispetto all’Europa, la carie precoce nei bambini è esageratamente molto più frequente e pronunciata. La situazione è diversa per gli abitanti più anziani, soprattutto nei villaggi remoti in montagna. Questo è probabilmente dovuto al fatto che esse sono venuti a contatto con tale alimentazione contenente zuccheri solo ad un’età molto avanzata.

 

Nei weekend, abbiamo avuto il tempo per diverse escursioni nei dintorni. Abbiamo visitato Puno presso il lago Titicaca, le isole Uru, la città della costa boliviana Copacabana, la montagna Rainbow, le saline di Maras, le rovine di Ollantaytambo, la città vecchia di Cusco, chiese, templi, luoghi storici e musei, Arequipa e, ovviamente, il Machu Picchu.

 

La cordialità e la gratitudine con cui sono stato accolto dappertutto in Perù rispecchiano la mentalità di questo popolo. Per me è stato un onore approfondire la loro cultura e stile di vita. A partire dai villaggi delle Ande, dove mai un turista si perde, tutti dovrebbero conoscere il Perù.

 

Ringrazio VOCO GmbH per il generoso supporto!’

Il lavoro di un dentista tra il monte Kilimanjaro e il monte Meru
VOCO Dental Aid
(Neu) Dr. Benita Kunze ha trattato i bambini insieme con la dentista tanzanese Diana. Dr. Benita Kunze ha eseguito check-up dentali in una scuola primaria. (Neu)

Tanzania, il sesto paese più popolato dell’Africa, è la principale destinazione turistica grazie soprattutto alle opportunità di safari nella sua parte settentrionale. I monti come il Kilimanjaro continuano ad attrarre geologi. Però, il viaggio di due settimane della Dr.sa Benita in Tanzania non è stato motivato da scopi di ricerca o turismo: il dentista, che ha il proprio studio presso, Germania, ha offerto il suo supporto alla clinica dentale della Tanzania, costruita insieme ad altre strutture per la salute generale dal progetto umanitario “Africa Amini Alama” in Momella (un insediamento ai piedi del vulcano Monte Meru).

 

Nessun paragone con la formazione europea

 

In questa e in altre regioni remote della Tanzania, le persone vivono praticamente senza alcun accesso ai trattamenti odontoiatrici. Questo significa che i pazienti che necessitano di un trattamento non riescono mai a vedere un dentista e semplicemente devono sopportare il dolore e le relative conseguenze per la loro salute generale. Al fine di evitare tutto ciò, Diana ha iniziato a trattare i pazienti presso la clinica di Momella dal dicembre 2016. “È una dentista africana molto giovane,” ha affermato la Dr.sa Benita Kunze, spiegando perché è volata da lei per offrirle assistenza: “La formazione di Diana è ben sotto agli standard europei e quindi le ho informazioni e le ho insegnato come usare i prodotti che ho portato con me.” Il bagaglio della Dr.sa Kunze conteneva soprattutto materiali da restauro. Le due dentiste hanno eseguito insieme otturazioni precise, così da mettere Diana in grado di aiutare la popolazione locale ancora di più in futuro.  

 

Denti fragili come vetro

 

Molte persone in Tanzania sono molto povere. Il trattamento dentale è molto costoso e le protesi sono praticamente inesistenti. Le sole procedure eseguite sono quelle che hanno lo scopo di mitigare il dolore. Il trattamento offerto da Diana in Momella è gratis agli sforzi del progetto umanitario.

La maggior parte delle persone che vivono nella regione intorno al Monte Meru soffrono di una grave fluorosi dentale. L’acqua che bevono deriva da una sorgente locale che contiene un’elevata quantità di fluoro, la causa del vicino vulcano dormiente. L’elevata quantità di fluoro causa una pigmentazione marrone dei denti e la distruzione dello smalto.  La dentina è esposta e diventa anch’essa marrone. “Le loro arcate sono molto dure e questo si nota soprattutto durante le estrazioni. I loro denti, al contrario, sono così fragili che si rompono come se fossero di vetro e non si muovono di un millimetro nell’osso. Insieme con Diana, abbiamo estratto diversi denti, in quanto non era possibile eseguire trattamenti canalari,” ha affermato la dentista tedesca.

 

Gratitudine oltre ogni confronto

 

La Dr.sa Benita Kunze ha trattato anche diversi bambini nella remota regione Massai di Madebe, dove frequentano la scuola primaria “Simba Vision”. “Abbiamo eseguito un check-up e trattato i denti dei bambini. Per tutto ciò, siamo state sommerse dalla gratitudine – sia dai bambini sia dagli adulti. Sono state veramente due settimane ricche di esperienza. Giovani ragazze che avevano già sofferto molto hanno imparato a fidarsi e ci hanno permesso di trattarle. I bambini piccoli mi hanno preso per mano e mi hanno ringraziato.”

L’attenzione ora è sulla preservazione dei denti mediante check-up regolari, con maggior consapevolezza e insegnamento costante su come lavare i denti. Dato che le cose di base sono la principale necessità, ogni donazione è ben accetta. “Ecco perché vorrei ringraziare in modo particolare VOCO da part mia e da parte dell’organizzazione umanitaria.” Dr. Benita Kunze spera di ritornare in Tanzania il prossimo anno. “Il mio obiettivo è quello di dare ai bambini della scuola Massai e presso la Simba Vision spazzolini da denti, insegnar loro a prendersi cura dei loro denti e fare controlli regolari”.

 

 

 

Aiuto dentale in Bolivia
VOCO Dental Aid
Dr. Annette Schoof-Hosemann a Santa Cruz, Bolivia. La tecnica di spazzolamento viene prima eseguita sul modello e poi messa in prat Lo studente Tobias Kleinert ha diligentemente applicato il fluoro su molti denti Il team di volontari: Dr. Annette Schoof-Hosemann, Tobias Kleinert, Alexandra Kr

Nell’agosto 2017, Dr. Annette Schoof-Hosemann è partita per quella che era la sua ottava missione per portare aiuto dentale Bolivia, praticamente ormai diventata una routine.
Questa volta, era accompagnata da tre studenti di odontoiatria dell’Università di Giessen: Tobias Kleinert, Alexandra Krumb e Stephanie Kokoschka.
Insieme, il team si è recato per la prima volta a Santa Cruz de la Sierra, un’area metropolitana con una popolazione di più di un milione. Qui è dove sarebbe stato il loro posto di lavoro per le successive settimane. Una piccola stanza senza finestra, con vecchi strumenti dentali non più funzionanti correttamente in una clinica pediatrica nei dintorni più poveri di Santa Cruz: Los Lotes. Grazie al supporto economico dell’associazione dentists and friends, la stanza era stata recentemente rinnovata e la sua strumentazione risvegliata dal suo stato di coma. Probabilmente non rispondeva agli standard usuali che si trovano in Germania, ma con una piccola improvvisazione era ancora possibile lavorare in modo soddisfacente.

 

Vi era stata un’ampia campagna pubblicitaria a Los Lotes, con il risultato di lunghe code di pazienti che attendeva il team già al primo giorno di trattamenti gratuiti. I tre studenti erano scioccati dallo stato disperato della dentizione dei pazienti, ma per Dr. Annette Schoof-Hosemann, che era in Bolivia per l’ottava volta, era praticamente una vista familiare. Li aveva quindi rapidamente informati che avrebbero fronteggiato situazioni dentali delle peggiori. Dopo tutto, lì non era possibile acquistare spazzolini da nessuna parte.

I quattro componenti del team hanno lavorato spalla-spalla per un’intera settimana a Santa Cruz: in 88 pazienti, hanno estratto 35 denti ed eseguito 75 otturazioni. Dopo questa estenuante ma soddisfacente settimana a Santa Cruz, il team si è recato ad Altiplano, a un’altitudine di almeno 4.000 metri.

A La Paz, sulla strada verso il lago Titicaca, i viaggiatori hanno recuperato molti prodotti di consumo indispensabili per i trattamenti odontoiatrici a Challa come guanti, mascherine, disinfettanti, antidolorifici e antibiotici. Ovviamente, non potevano non comprare prodotti per l’igiene orale per le dimostrazioni nelle scuole: di conseguenza, nelle loro valige hanno trovato posto altri.

 

500 spazzolini e tubetti di dentifricio. Dopo shopping, il team ha viaggiato per circa 140 km verso il lago Titicaca per poi prendere un traghetto verso la piccola comunità di Challa. Mentre Santa Cruz è caratterizzata da un caldo tropicale e dal frastuono do una città con più di un milione di abitanti, è difficile non rimanere impressionati dalla bellezza naturale che si trova ovunque sull’isola.  

 

Il team ha insegnato a più di 500 bambini in due delle tra scuole di Challa e anche nel villaggio di Yumani l’importanza della corrette igiene orale quotidiana. Questo ha compreso anche la spiegazione delle cause della carie, la distribuzione degli spazzolini, la pulizia dei denti e poi la terapia con fluoro con Voco Fluoridin N5.

 

Dato che la Dr. Annette Schoof-Hosemann era già solita visitare regolarmente queste scuole fin dal 2013, questa era la quinta volta che i bambini venivano sottoposti a trattamenti di prevenzione. Essi erano sempre molto felici di incontrare la “doctora” e il team faceva fatica a distribuire gli spazzolini abbastanza velocemente. Sfortunatamente, i loro denti erano ancora un uno stato atroce. Praticamente nessun paziente era esente da carie; in effetti, molti bambini e giovani adulti hanno a malapena un solo dente sano in bocca. Per gli studenti tedeschi, questo fu come uno shock. Il fatto che una dentizione completamente distrutta è in realtà lo stato normale per questi giovani li ha scioccati e profondamente impressionati.

 

Però, erano già visibili i primi miglioramenti, soprattutto per quanto riguarda l’interesse dimostrato verso l’avere denti controllati e ben puliti. Per assicurarsi di avere la possibilità di trattare i casi veramente urgenti – le estrazioni – i dentisti hanno escogitato un piano: un regalo dalla scatola delle ricompense. La prospettiva di un regalo dalla scatola ha innescato una fuga precipitosa tra i bambini.

 

Una volta finita la missione, il team era in grado di riportare non solo di aver eseguito le sperate sessioni di pulizia, ma anche di aver trattato con successo 88 pazienti con otturazioni ed estrazioni.

 

Sull’isola, Dr. Annette Schoof-Hosemann è conosciuta in modo affettuoso come la doctorita (= piccola dottoressa). Dopo tutto il duro lavoro, la gratitudine dei pazienti è un regalo oltre ogni misura e la ricompensa di tutti gli sforzi compiuti.

 

VOCO ha supportato la missione donando diversi prodotti, tra cui i materiali da restauro Grandio e Grandio Flow, l’adesivo Futurabond DC e  la preparazione a base di idrossido di calcio Calcicur. Cosa interessante, la tinta dei denti più comune in Bolivia è A2.