Informazioni per la stampa

VOCO supporta “Doctors Without Borders” con € 20.000.
Notizie dall'azienda
Melanie Silbermann di “Doctors Without Borders” e il Dr. Axel Bernecker, Diretto

Cuxhaven, 27 Novembre 2019. Scambiarsi regali con parenti e amici è e rimane una bella tradizione, così come anche ringraziare i clienti e i partner commerciali per un anno di successo. Il produttore dentale VOCO, con sede a Cuxhaven, quest’anno ha deciso di focalizzarsi sulla sostenibilità invece che su doni materiali – e ha donato  € 20.000 all’organizzazione di sostegno privata “Doctors Without Borders”.

 

“In VOCO, ci impegniamo ogni giorno nella produzione e nello sviluppo di materiali dentali di elevata qualità per i pazienti di tutto il mondo. Quindi, abbiamo particolarmente a cuore anche l’aiutare le persone in difficoltà, che non hanno accesso alle cure mediche a causa di guerre o crisi”, afferma il Dr Axel Bernecker, Direttore Marketing.

 

“Desideriamo ringraziare VOCO per la loro donazione. Questo importante supporto ci permette di aiutare e salvare vite in circa 70 paesi in tutto il mondo”, afferma Melanie Silbermann di “Doctors Without Borders”.

 

Durante tutto l’anno, VOCO è stata impegnata socialmente in diversi progetti internazionali e locali: come parte di “VOCO Dental Aid“, diverse organizzazioni di aiuto odontoiatrico hanno ricevuto pacchi di prodotti per aiutare velocemente le persone bisognose di paesi in via di sviluppo o di aree di crisi. Direttamente in ambito locale, VOCO ha supportato diverse strutture come centri di sostegno, scuole, case di riposo o la “Tafel”, un’organizzazione tedesca di volontariato che dona pasti alle persone bisognose.

 

VOCO – The Dentalists

L’azienda dentale a conduzione familiare VOCO con sede a Cuxhaven è una delle principali aziende produttrici del settore, sia a livello nazionale che internazionale.  La gamma di prodotti comprende più di 100 preparazioni, con una particolare attenzione alla prevenzione, alla restaurativa, alla protesica, e all’odontoiatria digitale. Tutti i prodotti sono realizzati presso la sede centrale e son quindi al 100% “Made in Germany”. 440 persone lavorano nei reparti ricerca, produzione e amministrazione in Germania. Altre 400 persone si occupano della vendita in tutto il mondo e si interfacciano localmente con dentisti e depositi. VOCO offre prodotti dentali della massima qualità e di semplice utilizzo che soddisfano le esigenze del mercato. Grazie alle sue soluzioni innovative, l’azienda, fondata nel 1981, spesso assume il ruolo di pioniere e stabilisce nuovi standard in ambito dentale. Inoltre, VOCO promuove in modo efficace l’odontoiatria digitale e combina le complesse tecnologie con il miglior confort per l’utilizzatore.

VOCO è uno degli sponsor esclusivi dell’associazione internazionale SlowDentistry
Notizie sugli eventi

La vista dal 29° piano della Millbank Towers nell’esclusivo distretto di Westminster a Londra era affascinante. Anche la tensione nell’aria era notevole nel momento in cui il fondatore di SlowDentistry, il Dr Miguel Stanley, ha tenuto la prima relazione scientifica contro i trattamenti odontoiatrici da 15 minuti dei pazienti di fronte all’audience internazionale. Questa prima relazione è stata seguita da altre cinque relazioni scientifiche tenute da noti relatori internazionali. Alla fine i relatori e l’audience erano d’accordo: un trattamento odontoiatrico completo di soli 15 minuti, come quelli richiesti da molti sistemi sanitari, non possono rappresentare il modo corretto di esercitare la moderna odontoiatria. I trattamenti eseguiti sotto la pressione di tempi e costi influenzano negativamente la qualità e presentano diversi svantaggi per i pazienti. In questa occasione, sono state spesso rimarcate le parole “igiene, diga dentale e informazione”. La SlowDentistry Association sembra aver colpito nel segno. Il numero degli associati è in rapido aumento, così come dichiarato dal managing director Nina Blaetter.

 

Il Dr Kai Klimek, presente per lo sponsor esclusivo VOCO (Cuxhaven, Germania) ed egli stesso odontoiatra, ha inaugurato l’evento: “Per la credibilità del concetto SlowDentistry, i colleghi partecipanti hanno bisogno di prodotti di elevata qualità. Questi sono ciò che VOCO fornisce e fornirà“, ha affermato il Dr Klimek. Oltre a questo evento di lancio di successo, sono già in programma ulteriori eventi internazionali.

 

In qualità di sponsor, VOCO ha l’esclusiva possibilità di offrire ai propri clienti una membership gratuita per il primo anno. Secondo il produttore tedesco, l’interesse nei confronti del concetto di SlowDentistry è considerevolmente elevato.

Madagascar: Missione con i bambini, guidatori di Tuk Tuk e una piccola celebrità
VOCO Dental Aid
Il resoconto di Ann-Katrin Muchow e Roland Krause (Università di Tübingen)

I nostri preparativi per l’addestramento clinico sono iniziati nell’autunno 2018, quasi un anno prima della nostra partenza. A causa di fattori quali l’organizzazione e le persone di contatto locali, la sicurezza e il desiderio di recarsi in un paese africano per portare aiuto, abbiamo deciso di recarci in Madagascar. Nei mesi successivi c’è stato molto da fare: prenotare i voli, ottenere il visto e le autorizzazioni per il viaggio, vaccinazioni, raccolta di donazioni ecc.

 

E poi finalmente siamo partiti! Siamo atterrati nella capitale Antananarivo  e siamo stati ben accolti dalla nostra persona di riferimento Sylvie e due studenti di odontoiatria di Vienna che ci avrebbero accompagnato nelle settimane successive. Dopo un pernottamento in città, il giorno successivo ci siamo recati alla scuola DMG a Miarinarivo. A causa della nostra breve permanenza qui, ci siamo concentrati sul trattamento dei bambini affetti da mal di denti. Trattare i bambini è stato impegnativo, ma anche un’esperienza bella e formativa per tutti noi. Dopo un caloroso addio, siamo ritornati ad Antananarivo per volare a sud verso Fort Dauphin/Tolagnaro il giorno successivo. In aeroporto, la nostra persona di riferimento Maria ci ha prelevati e portati al Collège St. Vincentienne a Marillac. Abbiamo approntato il nostro "studio dentistico" in un edificio distaccato con l’attrezzatura disponibile dei Volontari Dentali, nonché con il grande supporto di Père Pierrot e dei Padri dei Lazaristi. Qui abbiamo lavorato in team formati da due persone.

 

Abbiamo eseguito soprattutto otturazioni ed estrazioni, nonché impartito istruzioni di igiene orale. Era certamente un vantaggio che i due team parlassero molto bene il francese e fossero in grado di comunicare bene sia con entrambi i Padri sia parzialmente con i pazienti.  Durante i nostri pasti quotidiani tutti insieme, chiedevamo a un traduttore di aiutarci a migliorare a nostra conoscenza del Malgasci. Oltre alle numerose cose pratiche, come specchi ad tenere in mano, cuscini ed elettricità.

 

Durante la nostra permanenza presso al scuola di Marillac abbiamo fatto anche altre due esperienze che ricorderemo certamente come molto positive!

Da una parte, abbiamo passato tre giorni a Manambaro, la casa di Madame Fleur, il cui nome si trova spesso nelle assegnazioni dei Volontari Dentali. E con buon motivo! Ella ci ha accolto con grande piacere, una cena sul fuoco già pronta di fronte a lei, un tavolo apparecchiato nel suo bel giardino e il suo indiscusso talento organizzativo con un elenco di pazienti su più pagine. Alcuni dei pazienti arrivavano da lontano ed erano già seduti dietro banchi di scuola dietro la loro casa. Fleur li chiamò uno per uno e ci aiutò con la traduzione, dato che parla fluentemente l’inglese, il francese e il malgascio.

 

Dall’altra, abbiamo organizzato un workshop di tecnologia dentale a cui hanno partecipato diversi dentisti locali. Dopo la precedente terapia estrattiva, abbiamo realizzato una protesi a gancio per un guidatore di Tuk-Tuk per il trattamento di gap anteriori e posteriori. I dentisti erano particolarmente interessati alla procedura e alla lucidatura delle protesi.

 

Dopo diverse settimane di trattamento di pazienti riconoscenti, abbiamo lasciato il nostro “studio dentistico” e le nostre stanze. Con un po’ di tristezza abbiamo salutato i nostri amichevoli aiutanti che si hanno affiancato nella nostra permanenza a Marillac. Dopo di che abbiamo sfruttato i nostro viaggio di ritorno alla capitale per conoscere un po’di più il Madagascar.

 

Desideriamo ringraziare tutti colori che hanno supportato noi e il nostro progetto con donazioni di materiale. Un ringraziamento particolare va all’azienda VOCO di Cuxhaven.

GrandioSO Light Flow - Intervista sull'applicazione con il dentista Dr. Arne Kersting
Novità del prodotto
GrandioSO Light Flow - Intervista sull'applicazione con il dentista Dr. Arne Ker

Gli specialisti di VOCO sono costantemente impegnati nello sviluppo di nuovi prodotti, così d offrire le migliori soluzioni possibili per le esigenze della pratica odontoiatrica. Ma come fanno i ricercatori e sviluppatori a conoscere le esigenze così bene le esigenze dei dentisti?  Molto semplice – spesso sono loro stessi dei dentisti. Questo è quello che è successo con il nuovo composito nanoibrido GrandioSO Light Flow. Il Dr. Arne Kersting, un dentista di Cuxhaven, ha fornito degli spunti importanti per questo prodotto. Il suo desiderio: un composito che fosse estremamente fluido e quindi perfettamente adatto per le aree difficili da raggiungere e per le piccole cavità. Il risultato: GrandioSO Light Flow, un composito nanoibrido a bassa viscosità per applicazioni estremamente delicate. In aggiunta alle sue caratteristiche di fluidità, il composito si distingue per il contenuto di riempitivo pari al 76 % e per il suoi elevati standard estetici. Ovviamente, il Dr. Kersting è stato il primo a provare GrandioSO Light Flow dopo il completamento del prodotto. VOCO ringrazia per questo importante suggerimento – e per l’intervista!

Slow Dentistry: verso l’eccellenza, lentamente ma inesorabilmente!
Notizie sugli eventi
Slow Dentistry Miguel Stanley (Portogallo) Salva la data

Il primo congresso il 23 novembre a Londra

Tutti quanti vogliono avere successo. Ma più che altro, quand’è che finalmente si può dire che sia ha abbastanza successo? Chi è stanco di sentirsi dire, evento dopo evento, come può migliorare ulteriormente se stesso e il proprio ambulatorio con metodi che inneggiano al “sempre più in alto, più veloce, più lontano”, può finalmente tirare un respiro di sollievo:

 

al primo congresso internazionale sulla Slow Dentistry che avrà luogo a Londra il 23 novembre 2019 non ci sarà nulla di tutto ciò. Al contrario, l’organizzazione svizzera mostra come raggiungere l’Olimpo dell’odontoiatria abbandonando la smania di successo.

 

Standard migliorati, maggior disponibilità di tempo: il dottor Miguel Stanley, uno degli opinion leader più richiesti del momento, spiegherà perché è questa la chiave per accedere all’eccellenza medica.

 

L'odontoiatra portoghese, infatti, gestisce la “White Clinic”, uno degli ambulatori più rinomati del Paese, in cui si recano pazienti provenienti da tutta Europa, talvolta addirittura da tutto il mondo. Il successo di questa clinica non è di certo un caso e sicuramente non è dovuto unicamente alla presenza di un team di esperti di prima classe e di un’eccellente attrezzatura che vanta le apparecchiature più moderne. Il dottor Miguel Stanley oltre a ciò si distingue da tanti altri suoi colleghi per qualcos’altro: la sua filosofia.

 

Diversamente dal solito, lui non basa il suo lavoro su metodi volti a risparmiare più tempo possibile e quindi ad aumentare i guadagni. Non cerca di trattare il maggior numero di clienti possibile in una giornata in ambulatorio lavorando più velocemente che può. Il dottor Stanley è uno dei primi sostenitori del movimento Slow Dentistry. Questa corrente ha origine in Svizzera, dove si trova la sede dell’organizzazione omonima.

 

Consapevolezza per quanto riguarda sicurezza, comprensione, benessere e comfort

Al contrario, l’“odontoiatria lenta” non fa aspettare nessuno, bensì offre una qualità dei trattamenti straordinaria, soprattutto perché il tempo non è impiegato esclusivamente per la cura dei denti. Gli odontoiatri, infatti, si concentrano su tanti piccoli aspetti fondamentali che vanno dalle varie procedure ambulatorie fino al benessere generale del paziente. I quattro pilastri del concetto di Slow Dentistry sono la consapevolezza per quanto riguarda sicurezza, comprensione, benessere e comfort del paziente. Questo obiettivo potrà sembrare fin troppo semplicistico, ma ha invece il potere di cambiare il mondo degli ambulatori dentistici, portando vantaggi sia ai pazienti che agli odontoiatri.

 

Il dottor Miguel Stanley lo può dire basandosi sulla propria esperienza: «La maggior parte delle cliniche è talmente concentrata sulla soddisfazione del paziente per quanto riguarda il quadro complessivo, che tralascia i piccoli dettagli come ad esempio una disinfezione completa tra due trattamenti. Per questo è di fondamentale importanza prendersi del tempo per quel che concerne questo ambito sensibile, in modo prevenire contaminazioni crociate».

 

Con questo si sottolinea un punto cruciale del movimento Slow Dentistry che invita a investire più tempo per ciascun paziente, a focalizzarsi di più sull’igiene, a rendere comprensibili le fasi del trattamento e a porre più attenzione sulla cura personale per migliorare il benessere generale.

 

VOCO permette di accedere a Slow Dentistry

Il risultato sta nell’eccellenza e nella soddisfazione: «I miei pazienti decidono con consapevolezza di investire un po’ di più perché sanno che prestiamo la massima attenzione al loro benessere generale e non solo alla loro salute dentale», spiega Stanley. Per questo desidera condividere questa esperienza e mostrare la via giusta per ottenere ciò.

 

Al primo congresso di Slow Dentistry del 23 novembre, il dottor Stanley sarà uno degli otto odontoiatri noti a livello internazionale che mostreranno come integrare questo concetto nelle procedure di ogni ambulatorio. Il dottor Stanley ha affermato: «Sono fiero di fare parte di questo network». Se anche voi volete farne parte, potrete ricevere informazioni dettagliate in occasione dell’anteprima mondiale di Slow Dentistry a Londra. Tuttavia vi possiamo già svelare qualcosa: Sei uno dei primi 200 dentisti e ricevi un'iscrizione gratuita per il primo anno. Per questo, si prega di contattare il proprio rappresentante di vendita VOCO.

 

INFORMAZIONI SULL’ESCLUSIVO CONGRESSO DI SLOW DENTISTRY

Anteprima mondiale: il 23 novembre, in occasione del primo congresso di Slow Dentistry che si terrà a Londra, otto odontoiatri di fama internazionale mostreranno quali percorsi, oltre alla tradizionale gestione dello studio dentistico, possono portare a successi che superano di gran lunga gli obiettivi fissati finora. Successi non basati sul “sempre più in alto, più veloce, più lontano” ma sull’innalzamento degli standard. Dai benefici derivati dalla sicurezza, dalla comprensione e dal comfort sono aspetti che giovano a pazienti e a odontoiatri.

 

GrandioSO Light Flow
Novità del prodotto
GrandioSO Light Flow

Il riempimento di piccole cavità e il miglioramento di difetti sono trattamenti ricorrenti nell’ambito della moderna odontoiatria. L’obiettivo principale è quello di eseguire un trattamento minimamente invasivo per minimizzare la perdita di sostanza dentale sana. Per queste applicazioni precise, il clinico ha bisogno di un materiale molto fluido, con nello stesso tempo le tipiche eccellenti proprietà fisiche e la resistenza di un composito compattabile. 

 

Per rispondere al meglio a questo requisito, VOCO ora ha ampliato la già comprovata gamma di prodotto GrandioSO con un composito nano-ibrido a bassa viscosità – GrandioSO Light Flow. Il nuovo composito flowable è sottile e preciso e mostra un’elevata resistenza. Soprattutto, i vantaggi del prodotto risiedono nella possibilità di un’applicazione mirata e precisa grazie alla cannula extra fine, che è ancora più piccola di una sonda parodontale. Questo permette di evitare eccessi di materiale e di completare il trattamento utilizzando una minore quantità di prodotto.

 

Inoltre, il prodotto offre anche notevoli caratteristiche fisiche, persino mantenendo un’eccellente fluidità. Per esempio, con un contenuto di riempitivo pari al 76% in peso e una resistenza alla flessione su 3 punti di 151 MPa, raggiunge facilmente valori similari a quelli di un composito compattabile.

 

Di conseguenza, GrandioSO Light Flow rappresenta il prodotto ideale per applicazioni dedicate e accurate, ogni qualvolta la massima precisione è un requisito fondamentale!

Structur CAD
Novità del prodotto
(Neu)

Provvisori a lungo termine realizzati in modo rapido e affidabile mediante CAD/CAM

Siete alla ricerca di un provvisorio estetico a lungo termine che mantiene le promesse e può essere realizzato in modo rapido e semplice? La soluzione è Structur CAD, il composito per restauri provvisori realizzati mediante CAD/CAM.

Structur CAD è un composito i cui riempitivi assicurano un’elevata qualità e quindi un periodo di usura sicuro e affidabile per restauri a lungo termine. In quanto tale, Structur CAD rappresenta l’ultima generazione dei restauri provvisori. Questo tipo di materiale offre anche un’intera gamma di vantaggi per la fase di lavorazione: Structur CAD mostra un’eccezionale resistenza dopo la fresatura, la sua lucidatura è semplice e rapida. La fluorescenza è simile a quella dei denti naturali e contribuisce al senso di benessere del paziente quando indossa il provvisorio. I restauri provvisori realizzati mediante CAD/CAM sono precisi, facili da riprodurre e personalizzabili esattamente come i restauri definitivi. E per facilitare l’intera procedura, la cementazione può essere eseguita in modo preciso e rispondente alle singole necessità – sia con un cemento adesivo provvisorio sia con un adesivo per un periodo di permanenza in bocca più lungo.

Structur CAD è disponibile nelle tinte A1, A2 e A3, in blocchetti della dimensione 40L e dischi con spessore di 20 mm (diametro 98,4 mm).   

V-Print cast
Novità del prodotto
(Neu)

La tecnica di messa in rivestimento e pressatura spesso è la base della realizzazione di restauri dentali. I restauri individuali vengono realizzati in laboratorio come manufatti unici grazie a un’ampia gamma di fasi operative dettagliate. In questo ambito, la ceratura convenzionale è una procedura molto dispendiosa in termini di tempo.

Se il manufatto che deriva dalla messa in rivestimento o dalla pressatura presenta dei difetti, solitamente il lavoro dentale viene vanificato e bisogna ripetere la ceratura del modello del restauro.

I restauri dentali possono essere progettati al CAD/CAM per rispondere a specifici requisiti. V-Print cast e la tecnologia di stampa in 3D permettono di realizzare manufatti che possono essere calcinati e che sono precisi e riproducibili più volte. Questo minimizza il rischio e il dispendio di tempo nel caso del fallimento della messa in rivestimento.

V-Print cast è un materiale per stampa in 3D che viene sublimato senza residui per la realizzazione di tutti i tipi di manufatti per la procedura di messa in rivestimento e le ceramiche pressate. L’elevata stabilità dimensionale e la resistenza permettono un controllo affidabile dell’occlusione e dei movimenti laterali sul modello. Eventuali modifiche necessarie possono essere eseguite nello stato fotopolimerizzato in un modo che non danneggia gli strumenti. L’inglobamento viene eseguito con componenti fosfato-adesivi convenzionalmente disponibili. V-Print cast è adatto per il riscaldamento convenzionale e per la procedura di rivestimento rapido.

Come nel caso di tutti i materiali per stampa V-Print, V-Print cast è anche stabile alla sedimentazione, permettendo una procedura di stampa notturna senza necessità di supervisione.

​​

Collaborazione tra VOCO e ASIGA
Novità del prodotto
Collaborazione tra VOCO e ASIGA

In quanto leader globale nell’ambito di diversi prodotti, tra cui spiccano i compositi dentali, VOCO ha stretto un accordo di collaborazione con ASIGA, il produttore australiano di stampanti 3D. Infatti, le impostazioni dei materiali di stampa VOCO V-Print sono state recentemente testate e rese disponibili per la stmpante Asiga Max UV 3D.

 

Si tratta di una situazione win-win-win, in quanto ASIGA ha acquisito un partner competente nell’ambito dei materiali, e VOCO a la valida combinazione di stampanti 3D e di materiali di stampa 3D rappresenta un grande valore per l’utente finale. I clienti di VOCO e Asiga beneficeranno di una scelta più ampia e potranno quindi agire con maggior flessibilità nella loro attività quotidiana.

 

Esattamente come si aspettano VOCO e Asiga.

 

I seguenti materiali di stampa VOCO V-Print sono disponibili per la stampante Asiga MAX UV:

 

V-Print splint

  • Splintaggi terapeutici
  • Componenti ausiliari e componenti funzionali e per la diagnosi
  • Splintaggi per sbiancamento (domiciliare)

 

V-Print model beige

  • Modelli di lavoro e di presentazione

 

V-Print SG

  • Mascherine chirurgiche
6° DEAF - Forum Odontoiatrico a Cuxhaven
Notizie sugli eventi

Nella primavera del 2019 si è svolto a Cuxhaven il 6° forum dentale per odontotecnici sordi, organizzato dal odontotecnico André Thorwarth e dal suo team. Gli interpreti in lingua dei segni hanno tradotto le lezioni di odontoiatria in modo comprensibile per i circa 90 odontotecnici che sono arrivati da tutta la Germania. Oltre ai temi materiali, l'attenzione si è focalizzata sulla digitalizzazione nell'ambito dell'odontotecnica come tema di conferenza. Con la sua presentazione sulla stampa 3D in odontoiatria, Martin Göbel dell'azienda VOCO GmbH ha fornito interessanti informazioni sulla tecnologia di produzione additiva. Presso lo stand informativo della VOCO c'è stata l'opportunità di saperne di più sulle stampanti 3D VOCO SolFlex e sui materiali di stampa V-Print per la produzione di additivi dentali.

Fellowship Simposio con partner di 26 nazioni
Notizie sugli eventi
47 dentisti si sono riuniti per l'"International Fellowship Symposium" - organiz Anche se il programma delle lezioni è stato molto interessante: prima, durante e  Per chi voleva non solo parlare con i colleghi durante le pause, ma anche riceve  Il dipendente della VOCO Dr. Matthias Mehring in conversazione con i partecipant

"Sono state giornate molto intense di scambio con colleghi e amici", "Grazie per le conferenze interessanti e le grandi esperienze" o "Mi piace essere qui ancora e ancora" - questa è stata la conclusione di 47 dentisti che si sono riuniti per quattro giorni dell'"International Fellowship Symposium 2019" presso la sede centrale della VOCO a Cuxhaven. In cambio, hanno accettato volentieri un viaggio a volte molto lungo. Dopo tutto, i dentisti provenienti da Europa, Nord e Sud America e Asia non si incontrano ogni giorno per tenere conferenze, scambiare idee con i colleghi o semplicemente per scambiare parole personali con i "dentalisti" di VOCO.

 

Proprio all'inizio del primo giorno dell'evento, un punto molto particolare era previsto all'ordine del giorno. Dopo il benvenuto dell'amministratore delegato Olaf Sauerbier, il Dr. Miguel Stanley ha preso il microfono intorno alla conferenza di apertura di un'ora sul tema "L'odontoiatria che cambia la vita: come pianificare il successo nel proprio studio". Il portoghese è il responsabile della "White Clinic" di Lisbona, uno dei "principali centri odontoiatrici del mondo".

 

Vasta gamma di argomenti

 

In seguito gli speaker si alternavano sul palco ogni 15 minuti. Hanno presentato un'ampia gamma di argomenti, tra cui lezioni su "Flusso digitale in odontoiatria restaurativa", "Prevenzione e trattamento minimamente invasivo", "Odontoiatria minimamente invasata per pazienti giovani con erosione dentale", e "Restauro della dimensione verticale dell'occlusione con faccette occlusali precluse". Chiunque non fosse in piedi sul palco a tenere una conferenza, ha tirato fuori il suo smartphone o la fotocamera per raccogliere informazioni nell'immagine. Il programma ha offerto un mix colorato di odontoiatria scientifica, basata sull'evidenza e documentazione di casi molto pratica.

 

"Anche al Voco International Fellowship Symposio di quest'anno siamo stati in grado di accogliere un campo di partecipanti quantitativamente e qualitativamente forte e, insieme ai nostri Fellow, abbiamo fatto luce su diversi argomenti dentali dal punto di vista dei produttori e dei dentisti. Allo stesso tempo, le informazioni e le raccomandazioni dei nostri Fellow rappresentano un input importante per il nostro lavoro di ricerca e sviluppo. L'evento è stato di nuovo vantaggioso per entrambe le parti ed ha quindi un effetto sinergico duraturo. Inoltre, con un evento di questo tipo, dimensioni e qualità, VOCO sta sicuramente fissando un chiaro segnale esclamativo nel mercato dentale", hanno dichiarato i responsabili dell'evento Dr. Kai Klimek e Dr. Matthias Mehring del Dipartimento di Comunicazione della Scienza.

Un nuovo sorriso in poche ore
Novità del prodotto
Miguel Stanley

I Grandio blocs sono perfetti per realizzare e posizionare restauri in poche ore.

 

Il risparmio di tempo per il paziente e per il clinico sono un tema importante nell’ambito della moderna odontoiatria, con il risultato di restauri di elevata qualità ed esteticamente piacevoli. Tutto ciò si può ottenere in modo ottimale con Grandio blocs, i blocchi in nanoceramica ibrida per CAD/CAM. Prima di tutto, la lunga procedura di cottura non è più necessaria. Inoltre, i blocchi possono essere lavorati più velocemente con un fresatore. La qualità dell’estetica è paragonabile a quella dei sistemi ceramici, anche grazie all’eccellente lucidabilità di Grandio blocs e disc. È possibile anche l’individualizzazione o la caratterizzazione dei restauri realizzati con Grandio blocs in pochissimo tempo ed estrema semplicità grazie alla tecnica adesiva.

 

Data la loro resistenza fisica decisamente superiore, i blocchi completamente polimerizzati impongono nuovi standard. Con un contenuto di riempitivo pari all’86%, Grandio blocs sono i più altamente caricati della loro classe. Anche la resistenza alla flessione biassiale raggiunge valori eccezionali che normalmente sono associati solo alle ceramiche al silicato; inoltre, i Grandio blocs sono significativamente più rispettosi degli antagonisti. Un altro vantaggio è che i Grandio blocs possono essere fresati in modo più fine per ottenere una precisione di adattamento superiore.

Grandio blocs possono essere lavorati mediante fresatori standard. Sono disponibili in due dimensioni per inlay/onlay e corone singole, nonché in due livelli di traslucenza per restauri anteriori e posteriori.

 

Inoltre, i Grandio blocs ora sono disponibili anche come dischi nella versione Grandio disc.

 

Ma non credete solo alle nostre parole: verificate con i vostri occhi guardando l’importante caso di Miguel Stanley (Studio privato alla White Clinic, Lisbona, Portogallo):

Un caso clinico trattato con VisCalor bulk
Novità del prodotto
VisCalor bulk

Bonding - Riempimento - Fotopolimerizzazione: Il vostro obiettivo è quello di riempire cavità anche molto grandi impiegando solo questi tre passaggi? State cercando un materiale di otturazione che abbina le due proprietà di fluidità quando viene applicato nella cavità con la modellabilità immediata prima della fotopolimerizzazione?

 

Attraverso un riscaldamento extra orale fino a circa 68° C VisCalor bulk cambia notevolmente la sua viscosità, può quindi essere introdotto nella cavità allo stato fluido e bagnare in modo ottimale le parenti ed eventuale le zone di sottosquadro. La consistenza di VisCalor bulk cambia in pochi secondi e il materiale può subito essere modellato come ci si aspetterebbe da un composito compattabile.

 

VisCalor bulk è il primo materiale per otturazione al mondo creato appositamente per essere riscaldato con la "Tecnologia  Termoviscosa".

 

In un caso clinico, il Prof. Dr. Jürgen Manhart (Monaco di Baviera) ha studiato il nuovo composito bulk fill termoviscosa nell'applicazione di difetti con sostituzione delle cuspidi. Clicca qui per il rapporto di applicazione clinica.

VOCO all’Expo Dental di Rimini
Notizie sugli eventi
VOCO all’Expo Dental di Rimini - 1 VOCO all’Expo Dental di Rimini - 2 VOCO all’Expo Dental di Rimini - 3

Come ogni anno l’Expo Dental a Rimini, fiera leader nel settore dentale in Italia, ha attirato migliaia di visitatori da tutta Italia. Dopo l’IDS a Colonia la fiera ha offerto ai visitatori ed agli operatori del settore tante novità da scoprire. Anche in questa edizione la VOCO vi ha partecipato con un proprio stand, anche per lanciare e presentare al pubblico di riferimento un nuovo materiale di otturazione il VisCalor bulk, un innovativo composito di ultima generazione, il primo con la tecnologia termoviscosa. Secondo il direttore commerciale Philipp Meckelburg e l’Area Manager responsabile Marco Döhring “Il nuovo prodotto VisCalor bulk ha ricevuto riscontri molto positivi da parte dei dentisti. La produzione di un composito fluido che offra le caratteristiche e i vantaggi di un composito modellabile è, infatti, un’idea che convince i nostri clienti e che mostra ancora una volta come la VOCO sia l’azienda leader del mercato odontoiatrico nell’ambito tecnologico.”

GrandioSO Light Flow - Intervista sull'applicazione con il dentista Dr. Arne Kersting
Novità del prodotto
GrandioSO Light Flow - Intervista sull'applicazione con il dentista Dr. Arne Ker

Gli specialisti di VOCO sono costantemente impegnati nello sviluppo di nuovi prodotti, così d offrire le migliori soluzioni possibili per le esigenze della pratica odontoiatrica. Ma come fanno i ricercatori e sviluppatori a conoscere le esigenze così bene le esigenze dei dentisti?  Molto semplice – spesso sono loro stessi dei dentisti. Questo è quello che è successo con il nuovo composito nanoibrido GrandioSO Light Flow. Il Dr. Arne Kersting, un dentista di Cuxhaven, ha fornito degli spunti importanti per questo prodotto. Il suo desiderio: un composito che fosse estremamente fluido e quindi perfettamente adatto per le aree difficili da raggiungere e per le piccole cavità. Il risultato: GrandioSO Light Flow, un composito nanoibrido a bassa viscosità per applicazioni estremamente delicate. In aggiunta alle sue caratteristiche di fluidità, il composito si distingue per il contenuto di riempitivo pari al 76 % e per il suoi elevati standard estetici. Ovviamente, il Dr. Kersting è stato il primo a provare GrandioSO Light Flow dopo il completamento del prodotto. VOCO ringrazia per questo importante suggerimento – e per l’intervista!

GrandioSO Light Flow
Novità del prodotto
GrandioSO Light Flow

Il riempimento di piccole cavità e il miglioramento di difetti sono trattamenti ricorrenti nell’ambito della moderna odontoiatria. L’obiettivo principale è quello di eseguire un trattamento minimamente invasivo per minimizzare la perdita di sostanza dentale sana. Per queste applicazioni precise, il clinico ha bisogno di un materiale molto fluido, con nello stesso tempo le tipiche eccellenti proprietà fisiche e la resistenza di un composito compattabile. 

 

Per rispondere al meglio a questo requisito, VOCO ora ha ampliato la già comprovata gamma di prodotto GrandioSO con un composito nano-ibrido a bassa viscosità – GrandioSO Light Flow. Il nuovo composito flowable è sottile e preciso e mostra un’elevata resistenza. Soprattutto, i vantaggi del prodotto risiedono nella possibilità di un’applicazione mirata e precisa grazie alla cannula extra fine, che è ancora più piccola di una sonda parodontale. Questo permette di evitare eccessi di materiale e di completare il trattamento utilizzando una minore quantità di prodotto.

 

Inoltre, il prodotto offre anche notevoli caratteristiche fisiche, persino mantenendo un’eccellente fluidità. Per esempio, con un contenuto di riempitivo pari al 76% in peso e una resistenza alla flessione su 3 punti di 151 MPa, raggiunge facilmente valori similari a quelli di un composito compattabile.

 

Di conseguenza, GrandioSO Light Flow rappresenta il prodotto ideale per applicazioni dedicate e accurate, ogni qualvolta la massima precisione è un requisito fondamentale!

Structur CAD
Novità del prodotto
(Neu)

Provvisori a lungo termine realizzati in modo rapido e affidabile mediante CAD/CAM

Siete alla ricerca di un provvisorio estetico a lungo termine che mantiene le promesse e può essere realizzato in modo rapido e semplice? La soluzione è Structur CAD, il composito per restauri provvisori realizzati mediante CAD/CAM.

Structur CAD è un composito i cui riempitivi assicurano un’elevata qualità e quindi un periodo di usura sicuro e affidabile per restauri a lungo termine. In quanto tale, Structur CAD rappresenta l’ultima generazione dei restauri provvisori. Questo tipo di materiale offre anche un’intera gamma di vantaggi per la fase di lavorazione: Structur CAD mostra un’eccezionale resistenza dopo la fresatura, la sua lucidatura è semplice e rapida. La fluorescenza è simile a quella dei denti naturali e contribuisce al senso di benessere del paziente quando indossa il provvisorio. I restauri provvisori realizzati mediante CAD/CAM sono precisi, facili da riprodurre e personalizzabili esattamente come i restauri definitivi. E per facilitare l’intera procedura, la cementazione può essere eseguita in modo preciso e rispondente alle singole necessità – sia con un cemento adesivo provvisorio sia con un adesivo per un periodo di permanenza in bocca più lungo.

Structur CAD è disponibile nelle tinte A1, A2 e A3, in blocchetti della dimensione 40L e dischi con spessore di 20 mm (diametro 98,4 mm).   

V-Print cast
Novità del prodotto
(Neu)

La tecnica di messa in rivestimento e pressatura spesso è la base della realizzazione di restauri dentali. I restauri individuali vengono realizzati in laboratorio come manufatti unici grazie a un’ampia gamma di fasi operative dettagliate. In questo ambito, la ceratura convenzionale è una procedura molto dispendiosa in termini di tempo.

Se il manufatto che deriva dalla messa in rivestimento o dalla pressatura presenta dei difetti, solitamente il lavoro dentale viene vanificato e bisogna ripetere la ceratura del modello del restauro.

I restauri dentali possono essere progettati al CAD/CAM per rispondere a specifici requisiti. V-Print cast e la tecnologia di stampa in 3D permettono di realizzare manufatti che possono essere calcinati e che sono precisi e riproducibili più volte. Questo minimizza il rischio e il dispendio di tempo nel caso del fallimento della messa in rivestimento.

V-Print cast è un materiale per stampa in 3D che viene sublimato senza residui per la realizzazione di tutti i tipi di manufatti per la procedura di messa in rivestimento e le ceramiche pressate. L’elevata stabilità dimensionale e la resistenza permettono un controllo affidabile dell’occlusione e dei movimenti laterali sul modello. Eventuali modifiche necessarie possono essere eseguite nello stato fotopolimerizzato in un modo che non danneggia gli strumenti. L’inglobamento viene eseguito con componenti fosfato-adesivi convenzionalmente disponibili. V-Print cast è adatto per il riscaldamento convenzionale e per la procedura di rivestimento rapido.

Come nel caso di tutti i materiali per stampa V-Print, V-Print cast è anche stabile alla sedimentazione, permettendo una procedura di stampa notturna senza necessità di supervisione.

​​

Collaborazione tra VOCO e ASIGA
Novità del prodotto
Collaborazione tra VOCO e ASIGA

In quanto leader globale nell’ambito di diversi prodotti, tra cui spiccano i compositi dentali, VOCO ha stretto un accordo di collaborazione con ASIGA, il produttore australiano di stampanti 3D. Infatti, le impostazioni dei materiali di stampa VOCO V-Print sono state recentemente testate e rese disponibili per la stmpante Asiga Max UV 3D.

 

Si tratta di una situazione win-win-win, in quanto ASIGA ha acquisito un partner competente nell’ambito dei materiali, e VOCO a la valida combinazione di stampanti 3D e di materiali di stampa 3D rappresenta un grande valore per l’utente finale. I clienti di VOCO e Asiga beneficeranno di una scelta più ampia e potranno quindi agire con maggior flessibilità nella loro attività quotidiana.

 

Esattamente come si aspettano VOCO e Asiga.

 

I seguenti materiali di stampa VOCO V-Print sono disponibili per la stampante Asiga MAX UV:

 

V-Print splint

  • Splintaggi terapeutici
  • Componenti ausiliari e componenti funzionali e per la diagnosi
  • Splintaggi per sbiancamento (domiciliare)

 

V-Print model beige

  • Modelli di lavoro e di presentazione

 

V-Print SG

  • Mascherine chirurgiche
Un nuovo sorriso in poche ore
Novità del prodotto
Miguel Stanley

I Grandio blocs sono perfetti per realizzare e posizionare restauri in poche ore.

 

Il risparmio di tempo per il paziente e per il clinico sono un tema importante nell’ambito della moderna odontoiatria, con il risultato di restauri di elevata qualità ed esteticamente piacevoli. Tutto ciò si può ottenere in modo ottimale con Grandio blocs, i blocchi in nanoceramica ibrida per CAD/CAM. Prima di tutto, la lunga procedura di cottura non è più necessaria. Inoltre, i blocchi possono essere lavorati più velocemente con un fresatore. La qualità dell’estetica è paragonabile a quella dei sistemi ceramici, anche grazie all’eccellente lucidabilità di Grandio blocs e disc. È possibile anche l’individualizzazione o la caratterizzazione dei restauri realizzati con Grandio blocs in pochissimo tempo ed estrema semplicità grazie alla tecnica adesiva.

 

Data la loro resistenza fisica decisamente superiore, i blocchi completamente polimerizzati impongono nuovi standard. Con un contenuto di riempitivo pari all’86%, Grandio blocs sono i più altamente caricati della loro classe. Anche la resistenza alla flessione biassiale raggiunge valori eccezionali che normalmente sono associati solo alle ceramiche al silicato; inoltre, i Grandio blocs sono significativamente più rispettosi degli antagonisti. Un altro vantaggio è che i Grandio blocs possono essere fresati in modo più fine per ottenere una precisione di adattamento superiore.

Grandio blocs possono essere lavorati mediante fresatori standard. Sono disponibili in due dimensioni per inlay/onlay e corone singole, nonché in due livelli di traslucenza per restauri anteriori e posteriori.

 

Inoltre, i Grandio blocs ora sono disponibili anche come dischi nella versione Grandio disc.

 

Ma non credete solo alle nostre parole: verificate con i vostri occhi guardando l’importante caso di Miguel Stanley (Studio privato alla White Clinic, Lisbona, Portogallo):

Un caso clinico trattato con VisCalor bulk
Novità del prodotto
VisCalor bulk

Bonding - Riempimento - Fotopolimerizzazione: Il vostro obiettivo è quello di riempire cavità anche molto grandi impiegando solo questi tre passaggi? State cercando un materiale di otturazione che abbina le due proprietà di fluidità quando viene applicato nella cavità con la modellabilità immediata prima della fotopolimerizzazione?

 

Attraverso un riscaldamento extra orale fino a circa 68° C VisCalor bulk cambia notevolmente la sua viscosità, può quindi essere introdotto nella cavità allo stato fluido e bagnare in modo ottimale le parenti ed eventuale le zone di sottosquadro. La consistenza di VisCalor bulk cambia in pochi secondi e il materiale può subito essere modellato come ci si aspetterebbe da un composito compattabile.

 

VisCalor bulk è il primo materiale per otturazione al mondo creato appositamente per essere riscaldato con la "Tecnologia  Termoviscosa".

 

In un caso clinico, il Prof. Dr. Jürgen Manhart (Monaco di Baviera) ha studiato il nuovo composito bulk fill termoviscosa nell'applicazione di difetti con sostituzione delle cuspidi. Clicca qui per il rapporto di applicazione clinica.

10 anni di Amaris® – 10 anni di estetica dentale perfetta
Novità del prodotto
Amaris, il composito altamente estetico di VOCO, ha fatto il suo debutto a IDS n Condizione prima del trattamento: fratture incisali sui denti 11 e 21 Restauri nel settore anteriore con Amaris I denti belli sono un motivo per sorridere! Estetica dentale perfetta con Amaris

Vi è sempre più una maggior consapevolezza dell’importanza di avere denti sani e belli. Oggi, per molte persone, l’estetica dentale si integra nel concetto di qualità di vita. Un crescente numero di pazienti desidera quindi restauri dall’aspetto naturale e non distinguibili, soprattutto nei settori anteriori. Questa tendenza va di pari passo con la crescita della richiesta di materiali da restauro ad elevate prestazioni. Tali materiali non devono caratterizzarsi solo per le notevoli proprietà fisiche, ma anche, e soprattutto, per l’eccezionale lavorabilità. Amaris, che è stato presentato da VOCO nel 2007 in occasione di IDS, è un composito con un innovative sistema di tinte che è stato sviluppato in modo specifico per restauri altamente estetici. Questo prodotto assicura una gestione delle tinte incredibilmente semplice e pratica, dato che sono necessari solo pochi colori. Amaris ha vinto numerosi premi, tra cui quello del rinomato istituto di test americano, “The Dental Advisor”, in particolare grazie al suo concetto di tinte.

11 tinte invece di 33

Insieme, dentina e smalto definisco l’aspetto globale di un dente. Anche il sistema di tinte di Amaris si basa su questo principio naturale. Le forme più varie, le tinte e le superfici possono quindi essere modellate rapidamente con la tecnica a due strati che richiede solo una tinta base (Opaque) e una tinta smalto (Translucent). Rispetto ad altri sistemi con più di 20 o, addirittura, 30 tinte, il sistema Amaris è costituito da sole 11 tinte: sei tinte base (O1, O2, O3, O4, O5, O Bleach), tre tinte smalto (Neutral, TN; Light, TL; Dark, TD) e due tinte individuali (Amaris Flow High Translucent, HT; Amaris Flow High Opaque, HO). Le tinte base e smalto possono essere combinate in diversi modi e quindi assicurano un elevato grado di flessibilità nella produzione dei colori. Le tinte individuali opzionali, Amaris Flow HT (High Translucent) e Amaris Flow HO (High Opaque), permettono di realizzare anche ulteriori strutture individuali e caratterizzazioni. Per esempio, HT risulta ideale per creare bordi incisali altamente traslucenti e HO per coprire aree decolorate.

Semplice gestione delle tinte

Prima di tutto viene ricostruito il nucleo con una tinta base opaca. Si applica poi uno strato di copertura con la tinta smalto traslucente; per un aspetto ottimale della tinta, si utilizza Amaris Translucent Neutral (TN). Se questa tinta appare troppo chiara, lo strato di copertura viene scurito con Amaris Translucent Dark (TD). Se la tinta appare troppo scura, si usa Amaris Translucent Light (TL). La tinta finale del dente può quindi essere ottenuta durante la stratificazione; però, durante il restauro è sempre possibile eseguire correzioni. Quindi, gli strati che sono stati applicati prima non devono essere rimossi. Nonostante il loro numero contenuto rispetto a quello di altri sistemi, le diverse combinazioni possibili di tinte base e smalto di questo prodotto permettono di coprire l’intero spettro di colore dei denti. Questo significa che è possibile riprodurre anche le sfumature più sottili, per avere sempre restauri di successo.

Denti naturali come obiettivo

Gli sviluppatori di Amaris si sono impegnati per ottenere l’allineamento più vicino possibile al dente naturale. Il Dr Reinhard Maletz, Responsabile del reparto Ricerca e Sviluppo, sottolinea: “Il concetto di Amaris si basa sulla stratificazione e sulla colorazione e non su standard industriali preimpostati. Con Amaris, è possibile realizzare transizioni di colore senza soluzione di continuità e adattamento armonioso ai tessuti dentali adiacenti. L’interazione tra opacità e traslucenza nei restauri prodotti con Amaris si basa sui denti naturali e quindi è garantito un eccezionale grado di dinamica luminosa e di fluorescenza. Di conseguenza, non si distinguono dai denti naturali.”

Eccellenti parametri fisici

Amaris ha anche eccellenti proprietà fisiche. Questo materiale ha un elevato contenuto di riempitivo (80% in peso) con una minima contrazione da polimerizzazione (2.0% in volume). Grazie alla sua elevata durezza di superficie (99 MHV) e resistenza alla compressione (375 MPa), alla sua notevole resistenza alla flessione (120 MPa) e alla forza tensile diametrale (51 MPa) nonché alla sua eccezionale resistenza all’abrasione (48 µm, abrasione 3-media) e al basso grado di solubilità in acqua (< 1 µg/mm3), Amaris è una garanzia per restauri permanentemente stabili. Concepito principalmente per i settori anteriori, grazie alle sue proprietà fisiche è adatto anche per i settori posteriori. Amaris può essere utilizzato per un’ampia gamma di applicazioni. Tra le indicazioni vi sono i restauri estetici nei settori anteriori di Classe III, IV e V, restauri estetici nei settori posteriori di Classe I, II e V, ricostruzione di denti anteriori affetti da trauma, faccette in composito dirette e indirette, rivestimento di denti anteriori decolorati, correzioni di forma e colore per migliorare l’estetica, riparazione di ceramica altamente estetica (per es., riparazione di faccette) nonché splintaggio di denti anteriori.

Proprietà ottimali di lavorazione

Oltre al suo innovative sistema di tinte, Amaris colpisce anche per le sue ottimali proprietà di lavorabilità. Il materiale ha una consistenza setosa, non appiccicosa e può essere facilmente adattato e modellato. Amaris permette di applicare e rifinire strati molto sottili, il che significa che è possibile creare anche i bordi incisali più sottili. La resistenza alla luce ambientale e chirurgica fino a cinque minuti assicura tempo sufficiente alla lavorazione, però, in base alla tinta e allo spessore dello strato, i tempi di polimerizzazione variano da dieci a quaranta secondi. Grazie alla sua composizione intelligente, Amaris può essere facilmente lucidato il che, a sua volta, significa che è assicurata una brillantezza notevole e duratura. Questo materiale può essere universalmente utilizzato con tutti gli adesivi dentinali.

Confezionamenti disponibili con kit introduttivo

Amaris è disponibile in diversi confezionamenti, ovvero, in kit e ricambi con siringhe e caps. VOCO offre un kit introduttivo per permettere agli utilizzatori di conoscere il suo sistema di tinte intelligente. Questo kit contiene quattro caps nelle tinte opache O1, O2, O3, O4, O5 e nelle tinte traslucenti Light (TL), Neutral (TN) e Dark (TD). Il kit contiene anche due siringhe con le tinte individuali HT e HO, nonché la scala colori Amaris. Amaris può essere idealmente combinato con Amaris Gingiva, il materiale da restauro altamente estetico nelle tinte gengiva. Di conseguenza, si possono ottenere risultati perfetti nei casi in cui sia indicate l’estetica bianca-rosa.

VOCO supporta “Doctors Without Borders” con € 20.000.
Notizie dall'azienda
Melanie Silbermann di “Doctors Without Borders” e il Dr. Axel Bernecker, Diretto

Cuxhaven, 27 Novembre 2019. Scambiarsi regali con parenti e amici è e rimane una bella tradizione, così come anche ringraziare i clienti e i partner commerciali per un anno di successo. Il produttore dentale VOCO, con sede a Cuxhaven, quest’anno ha deciso di focalizzarsi sulla sostenibilità invece che su doni materiali – e ha donato  € 20.000 all’organizzazione di sostegno privata “Doctors Without Borders”.

 

“In VOCO, ci impegniamo ogni giorno nella produzione e nello sviluppo di materiali dentali di elevata qualità per i pazienti di tutto il mondo. Quindi, abbiamo particolarmente a cuore anche l’aiutare le persone in difficoltà, che non hanno accesso alle cure mediche a causa di guerre o crisi”, afferma il Dr Axel Bernecker, Direttore Marketing.

 

“Desideriamo ringraziare VOCO per la loro donazione. Questo importante supporto ci permette di aiutare e salvare vite in circa 70 paesi in tutto il mondo”, afferma Melanie Silbermann di “Doctors Without Borders”.

 

Durante tutto l’anno, VOCO è stata impegnata socialmente in diversi progetti internazionali e locali: come parte di “VOCO Dental Aid“, diverse organizzazioni di aiuto odontoiatrico hanno ricevuto pacchi di prodotti per aiutare velocemente le persone bisognose di paesi in via di sviluppo o di aree di crisi. Direttamente in ambito locale, VOCO ha supportato diverse strutture come centri di sostegno, scuole, case di riposo o la “Tafel”, un’organizzazione tedesca di volontariato che dona pasti alle persone bisognose.

 

VOCO – The Dentalists

L’azienda dentale a conduzione familiare VOCO con sede a Cuxhaven è una delle principali aziende produttrici del settore, sia a livello nazionale che internazionale.  La gamma di prodotti comprende più di 100 preparazioni, con una particolare attenzione alla prevenzione, alla restaurativa, alla protesica, e all’odontoiatria digitale. Tutti i prodotti sono realizzati presso la sede centrale e son quindi al 100% “Made in Germany”. 440 persone lavorano nei reparti ricerca, produzione e amministrazione in Germania. Altre 400 persone si occupano della vendita in tutto il mondo e si interfacciano localmente con dentisti e depositi. VOCO offre prodotti dentali della massima qualità e di semplice utilizzo che soddisfano le esigenze del mercato. Grazie alle sue soluzioni innovative, l’azienda, fondata nel 1981, spesso assume il ruolo di pioniere e stabilisce nuovi standard in ambito dentale. Inoltre, VOCO promuove in modo efficace l’odontoiatria digitale e combina le complesse tecnologie con il miglior confort per l’utilizzatore.

VOCO è uno degli sponsor esclusivi dell’associazione internazionale SlowDentistry
Notizie sugli eventi

La vista dal 29° piano della Millbank Towers nell’esclusivo distretto di Westminster a Londra era affascinante. Anche la tensione nell’aria era notevole nel momento in cui il fondatore di SlowDentistry, il Dr Miguel Stanley, ha tenuto la prima relazione scientifica contro i trattamenti odontoiatrici da 15 minuti dei pazienti di fronte all’audience internazionale. Questa prima relazione è stata seguita da altre cinque relazioni scientifiche tenute da noti relatori internazionali. Alla fine i relatori e l’audience erano d’accordo: un trattamento odontoiatrico completo di soli 15 minuti, come quelli richiesti da molti sistemi sanitari, non possono rappresentare il modo corretto di esercitare la moderna odontoiatria. I trattamenti eseguiti sotto la pressione di tempi e costi influenzano negativamente la qualità e presentano diversi svantaggi per i pazienti. In questa occasione, sono state spesso rimarcate le parole “igiene, diga dentale e informazione”. La SlowDentistry Association sembra aver colpito nel segno. Il numero degli associati è in rapido aumento, così come dichiarato dal managing director Nina Blaetter.

 

Il Dr Kai Klimek, presente per lo sponsor esclusivo VOCO (Cuxhaven, Germania) ed egli stesso odontoiatra, ha inaugurato l’evento: “Per la credibilità del concetto SlowDentistry, i colleghi partecipanti hanno bisogno di prodotti di elevata qualità. Questi sono ciò che VOCO fornisce e fornirà“, ha affermato il Dr Klimek. Oltre a questo evento di lancio di successo, sono già in programma ulteriori eventi internazionali.

 

In qualità di sponsor, VOCO ha l’esclusiva possibilità di offrire ai propri clienti una membership gratuita per il primo anno. Secondo il produttore tedesco, l’interesse nei confronti del concetto di SlowDentistry è considerevolmente elevato.

VOCO è uno degli sponsor esclusivi dell’associazione internazionale SlowDentistry
Notizie sugli eventi

La vista dal 29° piano della Millbank Towers nell’esclusivo distretto di Westminster a Londra era affascinante. Anche la tensione nell’aria era notevole nel momento in cui il fondatore di SlowDentistry, il Dr Miguel Stanley, ha tenuto la prima relazione scientifica contro i trattamenti odontoiatrici da 15 minuti dei pazienti di fronte all’audience internazionale. Questa prima relazione è stata seguita da altre cinque relazioni scientifiche tenute da noti relatori internazionali. Alla fine i relatori e l’audience erano d’accordo: un trattamento odontoiatrico completo di soli 15 minuti, come quelli richiesti da molti sistemi sanitari, non possono rappresentare il modo corretto di esercitare la moderna odontoiatria. I trattamenti eseguiti sotto la pressione di tempi e costi influenzano negativamente la qualità e presentano diversi svantaggi per i pazienti. In questa occasione, sono state spesso rimarcate le parole “igiene, diga dentale e informazione”. La SlowDentistry Association sembra aver colpito nel segno. Il numero degli associati è in rapido aumento, così come dichiarato dal managing director Nina Blaetter.

 

Il Dr Kai Klimek, presente per lo sponsor esclusivo VOCO (Cuxhaven, Germania) ed egli stesso odontoiatra, ha inaugurato l’evento: “Per la credibilità del concetto SlowDentistry, i colleghi partecipanti hanno bisogno di prodotti di elevata qualità. Questi sono ciò che VOCO fornisce e fornirà“, ha affermato il Dr Klimek. Oltre a questo evento di lancio di successo, sono già in programma ulteriori eventi internazionali.

 

In qualità di sponsor, VOCO ha l’esclusiva possibilità di offrire ai propri clienti una membership gratuita per il primo anno. Secondo il produttore tedesco, l’interesse nei confronti del concetto di SlowDentistry è considerevolmente elevato.

Slow Dentistry: verso l’eccellenza, lentamente ma inesorabilmente!
Notizie sugli eventi
Slow Dentistry Miguel Stanley (Portogallo) Salva la data

Il primo congresso il 23 novembre a Londra

Tutti quanti vogliono avere successo. Ma più che altro, quand’è che finalmente si può dire che sia ha abbastanza successo? Chi è stanco di sentirsi dire, evento dopo evento, come può migliorare ulteriormente se stesso e il proprio ambulatorio con metodi che inneggiano al “sempre più in alto, più veloce, più lontano”, può finalmente tirare un respiro di sollievo:

 

al primo congresso internazionale sulla Slow Dentistry che avrà luogo a Londra il 23 novembre 2019 non ci sarà nulla di tutto ciò. Al contrario, l’organizzazione svizzera mostra come raggiungere l’Olimpo dell’odontoiatria abbandonando la smania di successo.

 

Standard migliorati, maggior disponibilità di tempo: il dottor Miguel Stanley, uno degli opinion leader più richiesti del momento, spiegherà perché è questa la chiave per accedere all’eccellenza medica.

 

L'odontoiatra portoghese, infatti, gestisce la “White Clinic”, uno degli ambulatori più rinomati del Paese, in cui si recano pazienti provenienti da tutta Europa, talvolta addirittura da tutto il mondo. Il successo di questa clinica non è di certo un caso e sicuramente non è dovuto unicamente alla presenza di un team di esperti di prima classe e di un’eccellente attrezzatura che vanta le apparecchiature più moderne. Il dottor Miguel Stanley oltre a ciò si distingue da tanti altri suoi colleghi per qualcos’altro: la sua filosofia.

 

Diversamente dal solito, lui non basa il suo lavoro su metodi volti a risparmiare più tempo possibile e quindi ad aumentare i guadagni. Non cerca di trattare il maggior numero di clienti possibile in una giornata in ambulatorio lavorando più velocemente che può. Il dottor Stanley è uno dei primi sostenitori del movimento Slow Dentistry. Questa corrente ha origine in Svizzera, dove si trova la sede dell’organizzazione omonima.

 

Consapevolezza per quanto riguarda sicurezza, comprensione, benessere e comfort

Al contrario, l’“odontoiatria lenta” non fa aspettare nessuno, bensì offre una qualità dei trattamenti straordinaria, soprattutto perché il tempo non è impiegato esclusivamente per la cura dei denti. Gli odontoiatri, infatti, si concentrano su tanti piccoli aspetti fondamentali che vanno dalle varie procedure ambulatorie fino al benessere generale del paziente. I quattro pilastri del concetto di Slow Dentistry sono la consapevolezza per quanto riguarda sicurezza, comprensione, benessere e comfort del paziente. Questo obiettivo potrà sembrare fin troppo semplicistico, ma ha invece il potere di cambiare il mondo degli ambulatori dentistici, portando vantaggi sia ai pazienti che agli odontoiatri.

 

Il dottor Miguel Stanley lo può dire basandosi sulla propria esperienza: «La maggior parte delle cliniche è talmente concentrata sulla soddisfazione del paziente per quanto riguarda il quadro complessivo, che tralascia i piccoli dettagli come ad esempio una disinfezione completa tra due trattamenti. Per questo è di fondamentale importanza prendersi del tempo per quel che concerne questo ambito sensibile, in modo prevenire contaminazioni crociate».

 

Con questo si sottolinea un punto cruciale del movimento Slow Dentistry che invita a investire più tempo per ciascun paziente, a focalizzarsi di più sull’igiene, a rendere comprensibili le fasi del trattamento e a porre più attenzione sulla cura personale per migliorare il benessere generale.

 

VOCO permette di accedere a Slow Dentistry

Il risultato sta nell’eccellenza e nella soddisfazione: «I miei pazienti decidono con consapevolezza di investire un po’ di più perché sanno che prestiamo la massima attenzione al loro benessere generale e non solo alla loro salute dentale», spiega Stanley. Per questo desidera condividere questa esperienza e mostrare la via giusta per ottenere ciò.

 

Al primo congresso di Slow Dentistry del 23 novembre, il dottor Stanley sarà uno degli otto odontoiatri noti a livello internazionale che mostreranno come integrare questo concetto nelle procedure di ogni ambulatorio. Il dottor Stanley ha affermato: «Sono fiero di fare parte di questo network». Se anche voi volete farne parte, potrete ricevere informazioni dettagliate in occasione dell’anteprima mondiale di Slow Dentistry a Londra. Tuttavia vi possiamo già svelare qualcosa: Sei uno dei primi 200 dentisti e ricevi un'iscrizione gratuita per il primo anno. Per questo, si prega di contattare il proprio rappresentante di vendita VOCO.

 

INFORMAZIONI SULL’ESCLUSIVO CONGRESSO DI SLOW DENTISTRY

Anteprima mondiale: il 23 novembre, in occasione del primo congresso di Slow Dentistry che si terrà a Londra, otto odontoiatri di fama internazionale mostreranno quali percorsi, oltre alla tradizionale gestione dello studio dentistico, possono portare a successi che superano di gran lunga gli obiettivi fissati finora. Successi non basati sul “sempre più in alto, più veloce, più lontano” ma sull’innalzamento degli standard. Dai benefici derivati dalla sicurezza, dalla comprensione e dal comfort sono aspetti che giovano a pazienti e a odontoiatri.

 

6° DEAF - Forum Odontoiatrico a Cuxhaven
Notizie sugli eventi

Nella primavera del 2019 si è svolto a Cuxhaven il 6° forum dentale per odontotecnici sordi, organizzato dal odontotecnico André Thorwarth e dal suo team. Gli interpreti in lingua dei segni hanno tradotto le lezioni di odontoiatria in modo comprensibile per i circa 90 odontotecnici che sono arrivati da tutta la Germania. Oltre ai temi materiali, l'attenzione si è focalizzata sulla digitalizzazione nell'ambito dell'odontotecnica come tema di conferenza. Con la sua presentazione sulla stampa 3D in odontoiatria, Martin Göbel dell'azienda VOCO GmbH ha fornito interessanti informazioni sulla tecnologia di produzione additiva. Presso lo stand informativo della VOCO c'è stata l'opportunità di saperne di più sulle stampanti 3D VOCO SolFlex e sui materiali di stampa V-Print per la produzione di additivi dentali.

Fellowship Simposio con partner di 26 nazioni
Notizie sugli eventi
47 dentisti si sono riuniti per l'"International Fellowship Symposium" - organiz Anche se il programma delle lezioni è stato molto interessante: prima, durante e  Per chi voleva non solo parlare con i colleghi durante le pause, ma anche riceve  Il dipendente della VOCO Dr. Matthias Mehring in conversazione con i partecipant

"Sono state giornate molto intense di scambio con colleghi e amici", "Grazie per le conferenze interessanti e le grandi esperienze" o "Mi piace essere qui ancora e ancora" - questa è stata la conclusione di 47 dentisti che si sono riuniti per quattro giorni dell'"International Fellowship Symposium 2019" presso la sede centrale della VOCO a Cuxhaven. In cambio, hanno accettato volentieri un viaggio a volte molto lungo. Dopo tutto, i dentisti provenienti da Europa, Nord e Sud America e Asia non si incontrano ogni giorno per tenere conferenze, scambiare idee con i colleghi o semplicemente per scambiare parole personali con i "dentalisti" di VOCO.

 

Proprio all'inizio del primo giorno dell'evento, un punto molto particolare era previsto all'ordine del giorno. Dopo il benvenuto dell'amministratore delegato Olaf Sauerbier, il Dr. Miguel Stanley ha preso il microfono intorno alla conferenza di apertura di un'ora sul tema "L'odontoiatria che cambia la vita: come pianificare il successo nel proprio studio". Il portoghese è il responsabile della "White Clinic" di Lisbona, uno dei "principali centri odontoiatrici del mondo".

 

Vasta gamma di argomenti

 

In seguito gli speaker si alternavano sul palco ogni 15 minuti. Hanno presentato un'ampia gamma di argomenti, tra cui lezioni su "Flusso digitale in odontoiatria restaurativa", "Prevenzione e trattamento minimamente invasivo", "Odontoiatria minimamente invasata per pazienti giovani con erosione dentale", e "Restauro della dimensione verticale dell'occlusione con faccette occlusali precluse". Chiunque non fosse in piedi sul palco a tenere una conferenza, ha tirato fuori il suo smartphone o la fotocamera per raccogliere informazioni nell'immagine. Il programma ha offerto un mix colorato di odontoiatria scientifica, basata sull'evidenza e documentazione di casi molto pratica.

 

"Anche al Voco International Fellowship Symposio di quest'anno siamo stati in grado di accogliere un campo di partecipanti quantitativamente e qualitativamente forte e, insieme ai nostri Fellow, abbiamo fatto luce su diversi argomenti dentali dal punto di vista dei produttori e dei dentisti. Allo stesso tempo, le informazioni e le raccomandazioni dei nostri Fellow rappresentano un input importante per il nostro lavoro di ricerca e sviluppo. L'evento è stato di nuovo vantaggioso per entrambe le parti ed ha quindi un effetto sinergico duraturo. Inoltre, con un evento di questo tipo, dimensioni e qualità, VOCO sta sicuramente fissando un chiaro segnale esclamativo nel mercato dentale", hanno dichiarato i responsabili dell'evento Dr. Kai Klimek e Dr. Matthias Mehring del Dipartimento di Comunicazione della Scienza.

VOCO all’Expo Dental di Rimini
Notizie sugli eventi
VOCO all’Expo Dental di Rimini - 1 VOCO all’Expo Dental di Rimini - 2 VOCO all’Expo Dental di Rimini - 3

Come ogni anno l’Expo Dental a Rimini, fiera leader nel settore dentale in Italia, ha attirato migliaia di visitatori da tutta Italia. Dopo l’IDS a Colonia la fiera ha offerto ai visitatori ed agli operatori del settore tante novità da scoprire. Anche in questa edizione la VOCO vi ha partecipato con un proprio stand, anche per lanciare e presentare al pubblico di riferimento un nuovo materiale di otturazione il VisCalor bulk, un innovativo composito di ultima generazione, il primo con la tecnologia termoviscosa. Secondo il direttore commerciale Philipp Meckelburg e l’Area Manager responsabile Marco Döhring “Il nuovo prodotto VisCalor bulk ha ricevuto riscontri molto positivi da parte dei dentisti. La produzione di un composito fluido che offra le caratteristiche e i vantaggi di un composito modellabile è, infatti, un’idea che convince i nostri clienti e che mostra ancora una volta come la VOCO sia l’azienda leader del mercato odontoiatrico nell’ambito tecnologico.”

Madagascar: Missione con i bambini, guidatori di Tuk Tuk e una piccola celebrità
VOCO Dental Aid
Il resoconto di Ann-Katrin Muchow e Roland Krause (Università di Tübingen)

I nostri preparativi per l’addestramento clinico sono iniziati nell’autunno 2018, quasi un anno prima della nostra partenza. A causa di fattori quali l’organizzazione e le persone di contatto locali, la sicurezza e il desiderio di recarsi in un paese africano per portare aiuto, abbiamo deciso di recarci in Madagascar. Nei mesi successivi c’è stato molto da fare: prenotare i voli, ottenere il visto e le autorizzazioni per il viaggio, vaccinazioni, raccolta di donazioni ecc.

 

E poi finalmente siamo partiti! Siamo atterrati nella capitale Antananarivo  e siamo stati ben accolti dalla nostra persona di riferimento Sylvie e due studenti di odontoiatria di Vienna che ci avrebbero accompagnato nelle settimane successive. Dopo un pernottamento in città, il giorno successivo ci siamo recati alla scuola DMG a Miarinarivo. A causa della nostra breve permanenza qui, ci siamo concentrati sul trattamento dei bambini affetti da mal di denti. Trattare i bambini è stato impegnativo, ma anche un’esperienza bella e formativa per tutti noi. Dopo un caloroso addio, siamo ritornati ad Antananarivo per volare a sud verso Fort Dauphin/Tolagnaro il giorno successivo. In aeroporto, la nostra persona di riferimento Maria ci ha prelevati e portati al Collège St. Vincentienne a Marillac. Abbiamo approntato il nostro "studio dentistico" in un edificio distaccato con l’attrezzatura disponibile dei Volontari Dentali, nonché con il grande supporto di Père Pierrot e dei Padri dei Lazaristi. Qui abbiamo lavorato in team formati da due persone.

 

Abbiamo eseguito soprattutto otturazioni ed estrazioni, nonché impartito istruzioni di igiene orale. Era certamente un vantaggio che i due team parlassero molto bene il francese e fossero in grado di comunicare bene sia con entrambi i Padri sia parzialmente con i pazienti.  Durante i nostri pasti quotidiani tutti insieme, chiedevamo a un traduttore di aiutarci a migliorare a nostra conoscenza del Malgasci. Oltre alle numerose cose pratiche, come specchi ad tenere in mano, cuscini ed elettricità.

 

Durante la nostra permanenza presso al scuola di Marillac abbiamo fatto anche altre due esperienze che ricorderemo certamente come molto positive!

Da una parte, abbiamo passato tre giorni a Manambaro, la casa di Madame Fleur, il cui nome si trova spesso nelle assegnazioni dei Volontari Dentali. E con buon motivo! Ella ci ha accolto con grande piacere, una cena sul fuoco già pronta di fronte a lei, un tavolo apparecchiato nel suo bel giardino e il suo indiscusso talento organizzativo con un elenco di pazienti su più pagine. Alcuni dei pazienti arrivavano da lontano ed erano già seduti dietro banchi di scuola dietro la loro casa. Fleur li chiamò uno per uno e ci aiutò con la traduzione, dato che parla fluentemente l’inglese, il francese e il malgascio.

 

Dall’altra, abbiamo organizzato un workshop di tecnologia dentale a cui hanno partecipato diversi dentisti locali. Dopo la precedente terapia estrattiva, abbiamo realizzato una protesi a gancio per un guidatore di Tuk-Tuk per il trattamento di gap anteriori e posteriori. I dentisti erano particolarmente interessati alla procedura e alla lucidatura delle protesi.

 

Dopo diverse settimane di trattamento di pazienti riconoscenti, abbiamo lasciato il nostro “studio dentistico” e le nostre stanze. Con un po’ di tristezza abbiamo salutato i nostri amichevoli aiutanti che si hanno affiancato nella nostra permanenza a Marillac. Dopo di che abbiamo sfruttato i nostro viaggio di ritorno alla capitale per conoscere un po’di più il Madagascar.

 

Desideriamo ringraziare tutti colori che hanno supportato noi e il nostro progetto con donazioni di materiale. Un ringraziamento particolare va all’azienda VOCO di Cuxhaven.

Missione nella ‘Valle sacra degli Inca’
VOCO Dental Aid
Florian Schilling (vestito di bianco) durante la sua missione umanitaria in Perù (Neu) (Neu) (Neu) (Neu)

Resoconto diretto a cura di Florian Schilling (Università di Erlangen, Germania). Organizzazione: ‘Zahnärzte helfen e.V.‘

 

‘Subito dopo aver passato il mio esame e prima di iniziare la mia attività professionale, ho deciso di andare oltre alla dottrina odontoiatrica e agli standard dentali degli ospedali universitari della Germania. Il Peru era la destinazione che sognavo: da una parte, per la sua cultura e il modo di vivere; dall’altra, per i resoconti riguardo a questo progetto e all’associazione a cura di alcuni compagni di studio che avevano già  sperimentato tale avventura. Ho quindi optato a favore di un progetto a Urubamba, nella Valle Sacra degli Inca. L’associazione tedesca ‘Zahnärzte helfen e.V.’ gestisce un progetto in ambito odontoiatrico a Urubamba e qui collabora con l’associazione peruviana ‘Corazones Para Perú’, per offrire assistenza ai bambini e agli adulti bisognosi nei remoti villaggi montani.

 

A seguito della mia richiesta di donazioni fatta a diverse aziende del settore dentale, nelle settimane dopo la mia partenza ho ricevuto diversi materiali e strumenti adatti per l’utilizzo nella missione in Peru.

 

Dopo essere atterrato a Cusco, una città delle Ande Peruviane e che in passato è stata la capitale dell’impero Inca, ho guidato per circa un’ora e mezza per raggiungere la città di Urubamba, che sarebbe stata la mia base per le successive tre settimane. Lì, ho condiviso l’alloggio con altri tre dentisti. L’appartamento era situato al piano superiore dell’abitazione di un’insegnante peruviana che si è occupata di tutto. Così come ha fatto una dentista peruviana, collaboratrice dell’associazione, che organizza la maggior parte delle iniziative non programmate ed è di supporto in caso di difficoltà nella comunicazione. Inoltre, vi è l’assistenza di giovani tedeschi che stanno facendo il loro servizio di volontariato e che sono esperti con la lingua spagnola.

 

Ogni mattina da lunedì a venerdì, abbiamo trattato bambini di età compresa tra i 6 e i 12 anni del ‘Collegio Ccotohuincho‘, una scuola di Urubamba. Con l’aiuto dell’attrezzatura delle forze armate tedesche e dei materiali donati dalla Germania, abbiamo eseguito trattamenti di profilassi, otturazioni ed estrazioni. Per essere sottoposti al trattamento, i bambini dovevano portare “un’autorizzazione” firmata dai loro genitori. Sistematicamente, si generavano richieste da tutte le scuole e si dava quindi precedenza ai casi più urgenti.

 

Due pomeriggi a settimana, ci recavamo al villaggio di bambini dell’associazione ‘Corazones Para Perú’ a Munaychay, dove ci focalizzavamo sulla profilassi. Abbiamo spiegato ai bambini come eseguire una corretta igiene orale con i mezzi a disposizione. Un altro progetto dell’associazione è a Chicon. Qui c’è un piccolo centro sanitario che, però, ha per lo più sospeso le sue attività, tranne che per un riunito dentale.

 

Il martedì e il giovedì, ci venivano a prelevare alla mattina presto per dirigerci a Huilloc, un villaggio di montagna situato ad un’altitudine di 3.500 metri – il posto ‘più alto’ dove eseguire trattamenti nei dintorni di Urubamba. Qui, grazie alla presenza di un radiografico, abbiamo potuto eseguire trattamenti canalari.

 

Ogni tanto, l’associazione organizza anche attività non programmate. Dopo un viaggio di due ore verso una piccola cittadina, dove i militari peruviani avevano delle tende situate in una zona centrale, abbiamo potuto usufruire di una tenda come “Clinica odontoiatrica”.  Dato che c’erano molti pazienti e un solo riunito non era sufficiente, abbiamo dovuto eseguire estrazioni e sedute di igiene su delle sedie da giardino. Il problema più grosso, però, era la corrente elettrica che funzionava solo per un tempo limitato e quindi, spesso, gli strumenti necessari non erano disponibili o non erano ancora pronti. Di conseguenza, la gamma di trattamenti era per lo più limitata alla profilassi, alle otturazioni e alle estrazioni.

 

La maggioranza dei bambini mostra una condizione desolante dei denti da latte, dei primi denti permanenti, talvolta già con formazione di fistole.  Le cause sono, da una parte, la costante disponibilità di dolci e bevande zuccherate. Dall’altra, il fatto che i genitori non sono in grado o non vogliono insegnare ai bambini come spazzolare i denti. Rispetto all’Europa, la carie precoce nei bambini è esageratamente molto più frequente e pronunciata. La situazione è diversa per gli abitanti più anziani, soprattutto nei villaggi remoti in montagna. Questo è probabilmente dovuto al fatto che esse sono venuti a contatto con tale alimentazione contenente zuccheri solo ad un’età molto avanzata.

 

Nei weekend, abbiamo avuto il tempo per diverse escursioni nei dintorni. Abbiamo visitato Puno presso il lago Titicaca, le isole Uru, la città della costa boliviana Copacabana, la montagna Rainbow, le saline di Maras, le rovine di Ollantaytambo, la città vecchia di Cusco, chiese, templi, luoghi storici e musei, Arequipa e, ovviamente, il Machu Picchu.

 

La cordialità e la gratitudine con cui sono stato accolto dappertutto in Perù rispecchiano la mentalità di questo popolo. Per me è stato un onore approfondire la loro cultura e stile di vita. A partire dai villaggi delle Ande, dove mai un turista si perde, tutti dovrebbero conoscere il Perù.

 

Ringrazio VOCO GmbH per il generoso supporto!’

Il lavoro di un dentista tra il monte Kilimanjaro e il monte Meru
VOCO Dental Aid
(Neu) Dr. Benita Kunze ha trattato i bambini insieme con la dentista tanzanese Diana. Dr. Benita Kunze ha eseguito check-up dentali in una scuola primaria. (Neu)

Tanzania, il sesto paese più popolato dell’Africa, è la principale destinazione turistica grazie soprattutto alle opportunità di safari nella sua parte settentrionale. I monti come il Kilimanjaro continuano ad attrarre geologi. Però, il viaggio di due settimane della Dr.sa Benita in Tanzania non è stato motivato da scopi di ricerca o turismo: il dentista, che ha il proprio studio presso, Germania, ha offerto il suo supporto alla clinica dentale della Tanzania, costruita insieme ad altre strutture per la salute generale dal progetto umanitario “Africa Amini Alama” in Momella (un insediamento ai piedi del vulcano Monte Meru).

 

Nessun paragone con la formazione europea

 

In questa e in altre regioni remote della Tanzania, le persone vivono praticamente senza alcun accesso ai trattamenti odontoiatrici. Questo significa che i pazienti che necessitano di un trattamento non riescono mai a vedere un dentista e semplicemente devono sopportare il dolore e le relative conseguenze per la loro salute generale. Al fine di evitare tutto ciò, Diana ha iniziato a trattare i pazienti presso la clinica di Momella dal dicembre 2016. “È una dentista africana molto giovane,” ha affermato la Dr.sa Benita Kunze, spiegando perché è volata da lei per offrirle assistenza: “La formazione di Diana è ben sotto agli standard europei e quindi le ho informazioni e le ho insegnato come usare i prodotti che ho portato con me.” Il bagaglio della Dr.sa Kunze conteneva soprattutto materiali da restauro. Le due dentiste hanno eseguito insieme otturazioni precise, così da mettere Diana in grado di aiutare la popolazione locale ancora di più in futuro.  

 

Denti fragili come vetro

 

Molte persone in Tanzania sono molto povere. Il trattamento dentale è molto costoso e le protesi sono praticamente inesistenti. Le sole procedure eseguite sono quelle che hanno lo scopo di mitigare il dolore. Il trattamento offerto da Diana in Momella è gratis agli sforzi del progetto umanitario.

La maggior parte delle persone che vivono nella regione intorno al Monte Meru soffrono di una grave fluorosi dentale. L’acqua che bevono deriva da una sorgente locale che contiene un’elevata quantità di fluoro, la causa del vicino vulcano dormiente. L’elevata quantità di fluoro causa una pigmentazione marrone dei denti e la distruzione dello smalto.  La dentina è esposta e diventa anch’essa marrone. “Le loro arcate sono molto dure e questo si nota soprattutto durante le estrazioni. I loro denti, al contrario, sono così fragili che si rompono come se fossero di vetro e non si muovono di un millimetro nell’osso. Insieme con Diana, abbiamo estratto diversi denti, in quanto non era possibile eseguire trattamenti canalari,” ha affermato la dentista tedesca.

 

Gratitudine oltre ogni confronto

 

La Dr.sa Benita Kunze ha trattato anche diversi bambini nella remota regione Massai di Madebe, dove frequentano la scuola primaria “Simba Vision”. “Abbiamo eseguito un check-up e trattato i denti dei bambini. Per tutto ciò, siamo state sommerse dalla gratitudine – sia dai bambini sia dagli adulti. Sono state veramente due settimane ricche di esperienza. Giovani ragazze che avevano già sofferto molto hanno imparato a fidarsi e ci hanno permesso di trattarle. I bambini piccoli mi hanno preso per mano e mi hanno ringraziato.”

L’attenzione ora è sulla preservazione dei denti mediante check-up regolari, con maggior consapevolezza e insegnamento costante su come lavare i denti. Dato che le cose di base sono la principale necessità, ogni donazione è ben accetta. “Ecco perché vorrei ringraziare in modo particolare VOCO da part mia e da parte dell’organizzazione umanitaria.” Dr. Benita Kunze spera di ritornare in Tanzania il prossimo anno. “Il mio obiettivo è quello di dare ai bambini della scuola Massai e presso la Simba Vision spazzolini da denti, insegnar loro a prendersi cura dei loro denti e fare controlli regolari”.

 

 

 

Aiuto dentale in Bolivia
VOCO Dental Aid
Dr. Annette Schoof-Hosemann a Santa Cruz, Bolivia. La tecnica di spazzolamento viene prima eseguita sul modello e poi messa in prat Lo studente Tobias Kleinert ha diligentemente applicato il fluoro su molti denti Il team di volontari: Dr. Annette Schoof-Hosemann, Tobias Kleinert, Alexandra Kr

Nell’agosto 2017, Dr. Annette Schoof-Hosemann è partita per quella che era la sua ottava missione per portare aiuto dentale Bolivia, praticamente ormai diventata una routine.
Questa volta, era accompagnata da tre studenti di odontoiatria dell’Università di Giessen: Tobias Kleinert, Alexandra Krumb e Stephanie Kokoschka.
Insieme, il team si è recato per la prima volta a Santa Cruz de la Sierra, un’area metropolitana con una popolazione di più di un milione. Qui è dove sarebbe stato il loro posto di lavoro per le successive settimane. Una piccola stanza senza finestra, con vecchi strumenti dentali non più funzionanti correttamente in una clinica pediatrica nei dintorni più poveri di Santa Cruz: Los Lotes. Grazie al supporto economico dell’associazione dentists and friends, la stanza era stata recentemente rinnovata e la sua strumentazione risvegliata dal suo stato di coma. Probabilmente non rispondeva agli standard usuali che si trovano in Germania, ma con una piccola improvvisazione era ancora possibile lavorare in modo soddisfacente.

 

Vi era stata un’ampia campagna pubblicitaria a Los Lotes, con il risultato di lunghe code di pazienti che attendeva il team già al primo giorno di trattamenti gratuiti. I tre studenti erano scioccati dallo stato disperato della dentizione dei pazienti, ma per Dr. Annette Schoof-Hosemann, che era in Bolivia per l’ottava volta, era praticamente una vista familiare. Li aveva quindi rapidamente informati che avrebbero fronteggiato situazioni dentali delle peggiori. Dopo tutto, lì non era possibile acquistare spazzolini da nessuna parte.

I quattro componenti del team hanno lavorato spalla-spalla per un’intera settimana a Santa Cruz: in 88 pazienti, hanno estratto 35 denti ed eseguito 75 otturazioni. Dopo questa estenuante ma soddisfacente settimana a Santa Cruz, il team si è recato ad Altiplano, a un’altitudine di almeno 4.000 metri.

A La Paz, sulla strada verso il lago Titicaca, i viaggiatori hanno recuperato molti prodotti di consumo indispensabili per i trattamenti odontoiatrici a Challa come guanti, mascherine, disinfettanti, antidolorifici e antibiotici. Ovviamente, non potevano non comprare prodotti per l’igiene orale per le dimostrazioni nelle scuole: di conseguenza, nelle loro valige hanno trovato posto altri.

 

500 spazzolini e tubetti di dentifricio. Dopo shopping, il team ha viaggiato per circa 140 km verso il lago Titicaca per poi prendere un traghetto verso la piccola comunità di Challa. Mentre Santa Cruz è caratterizzata da un caldo tropicale e dal frastuono do una città con più di un milione di abitanti, è difficile non rimanere impressionati dalla bellezza naturale che si trova ovunque sull’isola.  

 

Il team ha insegnato a più di 500 bambini in due delle tra scuole di Challa e anche nel villaggio di Yumani l’importanza della corrette igiene orale quotidiana. Questo ha compreso anche la spiegazione delle cause della carie, la distribuzione degli spazzolini, la pulizia dei denti e poi la terapia con fluoro con Voco Fluoridin N5.

 

Dato che la Dr. Annette Schoof-Hosemann era già solita visitare regolarmente queste scuole fin dal 2013, questa era la quinta volta che i bambini venivano sottoposti a trattamenti di prevenzione. Essi erano sempre molto felici di incontrare la “doctora” e il team faceva fatica a distribuire gli spazzolini abbastanza velocemente. Sfortunatamente, i loro denti erano ancora un uno stato atroce. Praticamente nessun paziente era esente da carie; in effetti, molti bambini e giovani adulti hanno a malapena un solo dente sano in bocca. Per gli studenti tedeschi, questo fu come uno shock. Il fatto che una dentizione completamente distrutta è in realtà lo stato normale per questi giovani li ha scioccati e profondamente impressionati.

 

Però, erano già visibili i primi miglioramenti, soprattutto per quanto riguarda l’interesse dimostrato verso l’avere denti controllati e ben puliti. Per assicurarsi di avere la possibilità di trattare i casi veramente urgenti – le estrazioni – i dentisti hanno escogitato un piano: un regalo dalla scatola delle ricompense. La prospettiva di un regalo dalla scatola ha innescato una fuga precipitosa tra i bambini.

 

Una volta finita la missione, il team era in grado di riportare non solo di aver eseguito le sperate sessioni di pulizia, ma anche di aver trattato con successo 88 pazienti con otturazioni ed estrazioni.

 

Sull’isola, Dr. Annette Schoof-Hosemann è conosciuta in modo affettuoso come la doctorita (= piccola dottoressa). Dopo tutto il duro lavoro, la gratitudine dei pazienti è un regalo oltre ogni misura e la ricompensa di tutti gli sforzi compiuti.

 

VOCO ha supportato la missione donando diversi prodotti, tra cui i materiali da restauro Grandio e Grandio Flow, l’adesivo Futurabond DC e  la preparazione a base di idrossido di calcio Calcicur. Cosa interessante, la tinta dei denti più comune in Bolivia è A2.